ASSASSINIO MAIMONE. FERMATO UN GIOVANE. QUEI COLPI AL 18ENNE PER “SBAGLIO”

ASSASSINIO MAIMONE. FERMATO UN GIOVANE. QUEI COLPI AL 18ENNE PER “SBAGLIO”

21 Marzo 2023 0 Di La redazione

C’è un fermo per omicidio aggravato dal metodo mafioso. Un 20enne ieri irreperibile è stato trovato a Ponticelli a casa di parenti e portato in Questura per essere interrogato. È accusato di aver fatto fuoco tra la folla uccidendo Francesco Pio Maimone, 18 anni,  nei pressi di un chioschetto a Mergellina domenica notte. La vittima si sarebbe trovata, nel posto sbagliato al momento sbagliato, sulla traiettoria di colpi esplosi – al termine di una banale lite – tra altri gruppi di persone ai quali la vittima era totalmente estranea. Sull’accaduto indagano gli agenti della squadra mobile di Napoli, coordinati dalla procura partenopea con l’ausilio della Dda. Il fermato infatti sarebbe un giovane legato a clan camorristici di Barra. Per dissimulare la sua estraneità, nell’immediato dell’accaduto, avrebbe anche prestato soccorso. Il fermato è figlio di un affiliato al Clan Cuccaro, deceduto in un agguato di camorra nel 2013.