L’ANALISI – L’AVELLINO HA DIFESO TOSCANO, ORA DOVRA’ FARLO SUL CAMPO

L’ANALISI – L’AVELLINO HA DIFESO TOSCANO, ORA DOVRA’ FARLO SUL CAMPO

4 Novembre 2016 0 Di La redazione

Parlare di calcio giocato in questi giorni è diventata quasi una missione impossibile, ma bisogna pur provare a concentrarsi su quella che sarà certamente una sfida delicata tra Avellino e Frosinone. Dopo la tempesta che non ha portato a nessun stravolgimento, se non a quello degli equilibri tra società e tecnico, sembra esserci calma apparente in casa bianco verde proprio per cercare di trovare un minimo di serenità per il posticipo di domenica contro i ciociari. Ma se da un lato non si vuol pensare a cosa succederà da domenica sera in poi, qualche riflessione bisogna pur farla anche dal punto di vista tecnico. Nella pentola bollente sono finiti tutti i protagonisti, come giusto che sia, dalla società al tecnico, ma una componente almeno per il momento è stata lasciata in disparte, o quantomeno è finita in secondo piano: ovvero la squadra. C’è chi la reputa modesta dal punto di vista tecnico, chi fragile sotto l’aspetto mentale: ognuno può avere le proprie ragioni ma di certo la tanta beneaugurata scossa dovrà partire soprattutto da loro, dai calciatori. Sono loro che scendono in campo, sono loro che hanno questa clamorosa alternanza di prestazioni, sono loro che hanno prodotto magre figure lontano dal Partenio-Lombardi. E soprattutto sono loro, non avremmo motivo di dubitarne, ad aver difeso l’operato di mister Toscano. Il gruppo ha fatto fronte comune per salvare le sorti del tecnico calabrese: un buon segnale, non c’è dubbio, perché nello sport quando uno spogliatoio è rotto è il segnale peggiore che può far scattare un pericoloso campanello d’allarme, ma ora questa presa di posizione e questo senso di responsabilità dovrà essere dimostrato in campo, a partire dalla sfida col Frosinone. Prestazioni ed umiliazioni vissute a Perugia e Ferrara in particolare dovranno essere solo lontani ricordi, ma sia ben chiaro, al di la di guida tecnica o meno, dovrà essere la squadra a dimostrare una tenuta mentale forte come ha dimostrato in questi giorni assumendosi un ruolo da protagonista anche fuori dal campo.

 [fvplayer src=”https://www.primativvu.it/wordpress/wp-content/uploads/2016/11/ANALISI.mp4″ src1=”https://www.primativvu.it/wordpress/wp-content/uploads/2016/11/ANALISI.flv” width=”720″ height=”576″]