ACCORDO SU INDENNITÀ PRONTO SOCCORSO,  NURSIND: ORA MODIFICHE ORGANIZZATIVE

ACCORDO SU INDENNITÀ PRONTO SOCCORSO, NURSIND: ORA MODIFICHE ORGANIZZATIVE

16 Marzo 2023 0 Di La redazione

La nota stampa della segreteria regionale del sindacato infermieri

In data 15.03.2023 è stato sottoscritto l’accordo regionale sul riconoscimento dell’indennità art. 107 comma 4 al personale di tutti i ruoli impegnato con continuità nei servizi dei Pronto Soccorso e OBI aziendali. Suddetta indennità dovrà essere corrisposta dalle Aziende nella misura di 80 euro mensili per 12 mensilità in relazione dell’effettiva presenza in servizio. Ciascuna Azienda del SSR, destinataria dei fondi legge di bilancio n. 234/2021 art. 1 comma 293, così come ripartiti dalla Regione Campania, provvederà in sede di contrattazione collettiva integrativa
(contrattazione tra parte datoriale e delegazione sindacale) a dettare gli specifici criteri per l’utilizzo delle presenti risorse. Il NurSind, insieme alle altre OO.SS., ha richiesto alla Regione, durante i tavoli di confronto, la necessità di includere tra il personale avente diritto anche quello afferente ai servizi di 118 e di pronto intervento
strettamente collegati alle UU.OO. di Pronto Soccorso.

Su questo punto il Dipartimento della Salute Regionale ha sottolineato che la legge n. 234/2021 stabilisce all’art. 1 comma 293 che la sopracitata indennità va erogata soltanto al personale dei servizi di Pronto Soccorso ed un eventuale ampliamento della platea dei beneficiari avrebbe comportato una consistente riduzione degli
importi economici. Si fa presente che eventuali risorse residue che dovessero essere ancora disponibili nei rispettivi Fondi contrattuali delle Aziende saranno corrisposte nell’anno successivo a quello di riferimento sempre in favore dei dipendenti aventi diritto. Si sottolinea che l’indennità art. 107 comma 4 sarà riconosciuta dalle Aziende
ai singoli operatori in servizio a decorrere dal 01.01.2022.
Infine si evidenzia che tale ripartizione potrà essere rivista nel corso di quest’anno in previsione di ulteriori finanziamenti statali erogati alla Regione Campania, sia negli
importi economici che nel caso in cui la normativa nazionale dovesse ampliare la platea dei destinatari.

Riteniamo questo accordo un primo passo per il riconoscimento economico del disagio che vivono quotidianamente gli operatori sanitari del Pronto Soccorso. Tuttavia siamo convinti che, oltre alle soluzioni economiche, vadano adottati dalle istituzioni regionali e dalle Direzioni Strategiche delle ASR degli interventi organizzativi finalizzati al miglioramento dei servizi sanitari soprattutto nei Dipartimenti d’Emergenza/Urgenza.