ELEZIONI CONSIGLIO PROVINCIALE RINVIATE A MARZO, IL GOVERNO STOPPA IL VOTO

ELEZIONI CONSIGLIO PROVINCIALE RINVIATE A MARZO, IL GOVERNO STOPPA IL VOTO

7 Novembre 2020 0 Di La redazione

La decisione è stata adottata nella notte dal Consiglio dei Ministri . Saltata l’ipotesi di procrastinare a settembre del prossimo anno le consultazioni per Palazzo Caracciolo, se ne riparlerà in primavera, entro il 31 marzo, quando si dovrà votare sia per il rinnovo del Consiglio provinciale che per la Presidenza.

Si attende la pubblicazione in Gazzetta per l’ufficialità, ecco il testo del comunicato stampa diramato dopo il vertice notturno. Il 13 dicembre, dunque, i 1400 amministratori interessati non dovranno più recarsi alle urne.

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese, ha approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti per il differimento di consultazioni elettorali per l’anno 2020.

In considerazione dell’attuale scenario epidemiologico da COVID-19, il testo prevede che:

  • le elezioni dei Comuni i cui organi sono stati sciolti per infiltrazioni della criminalità organizzata, già indette per le date del 22 e 23 novembre 2020, sono rinviate e si svolgono entro il 31 marzo 2021, mediante l’integrale rinnovo del procedimento di presentazione di tutte le liste e candidature a sindaco e a consigliere comunale. Fino al rinnovo degli organi elettivi è prorogata la durata della gestione della Commissione straordinaria;
  • limitatamente all’anno 2020, in caso di rinnovo del Consiglio del Comune capoluogo, il termine per procedere a nuove elezioni del consiglio metropolitano è fissato in centottanta giorni dalla proclamazione del sindaco del comune capoluogo; le consultazioni elettorali concernenti le elezioni dei presidenti delle province e dei Consigli provinciali delle regioni a statuto ordinario si svolgono entro il 31 marzo 2021; fino al rinnovo dei Consigli metropolitani e dei Consigli provinciali citati, è prorogata la durata del mandato di quelli in carica.