VONGOLE KILLER VENDUTE INSIEME ALLE BUONE: PAURA ANCHE IN IRPINIA

VONGOLE KILLER VENDUTE INSIEME ALLE BUONE: PAURA ANCHE IN IRPINIA

24 Ottobre 2019 0 Di La redazione

E’ allerta anche in irpinia per prevenire la commercializzazione delle vongole di Foce Sarno.L’allarme lanciato dalla Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia è scattato in tutta Europa ,dopo che le analisi hanno evidenziato contenuti di metalli pesanti oltre ogni limite sopportabile dall’organismo umano.

Materiale inquinante e pericolosissimo rilevato dagli accertamenti condotto in sequenza dall’Asl 3 , dall’Arpac , dall’Istituto Zooprofilattico e dal Dipartimento di Sanità pubblica presso la scuola di medicina e chirurgia dell’Università Federico II di Napoli. Gli investigatori insospettiti dalle richieste di esercitare la pesca subacquea in quell’area, la capitaneria stabiese ha accertato che alcune persone avevano iniziato a dedicarsi alla pesca illegale degli esemplari di vongola verace raccolti nello specchio d’acqua antistante la foce del Fiume Sarno e nella piu’ ampia zona marina circostante lo scoglio di Rovigliano , al confine tra Castellammare e Torre Annunziata. Nel corso delle analisi sono stati riscontrati valori altissimi di tossicità tanto che dai laboratori, ha spiegato Ivan Savarese, Comandante della Capitaneria chiedevano se per errore le vongole fossero finite in un serbatoio di benzina. A questo punto è scattata un’azione preventiva e repressiva che ha portato a scoprire l’illecita commercializzazione del prodotto attraverso aziende munite delle necessarie autorizzazioni. In pratica le vongole al veleno venivano aggiunte a quantitativi già presenti sul mercato lecitamente , con ala filiera di provenienza tracciata.

La notizia, come dicevamo, desta scalpore e preoccupazione anche tra i consumatori sul nostro territorio.Alle autorità il compito di vigilare e accertare la provenienza dei molluschi in vendita.Nelle prossime ore potrebbero essere intensificati i controlli da parte dell’asl e delle forze dell’ordine.