VIGILI URBANI, PROCLAMATO LO STATO D’AGITAZIONE: STOP STRAORDINARIO

VIGILI URBANI, PROCLAMATO LO STATO D’AGITAZIONE: STOP STRAORDINARIO

26 Settembre 2016 0 Di Vincenzo Di Micco

Maretta al Comando dei Vigili Urbani di Avellino. Funzione Pubblica e Csa scrivono a Prefetto, Sindaco e Commissione di garanzia per attuazione dello sciopero nei servizi pubblici essenziali

I sindacati Csa e Funzione pubblica Cgil, attraverso i segretari Solimene e D’Acunto,  nel diramare una nota stampa denunciano che ad “Avellino si vive il peggiore momento in tema di relazioni sindacali in generale e con particolare riguardo per quanto attiene il personale della Polizia Municipale. Dallo scorso mese di febbraio si lamenta la mancata convocazione sia per quanto riguarda il deposito  della bozza di Regolamento del corpo sia per quanto attiene l’installazione dei Gps sulle automobili del Corpo.Più di recente, attraverso atti che prevedono informativa sindacale (mai resa) è stato dapprima modificato unilateralmente l’orario di  lavoro (a partire dal 22 luglio) e, successivamente, è stato istituito uno “strano” servizio di reperibilità (a partire dall’8 settembre). Tutte le richieste di incontro da parte delle Organizzazioni Sindacali sono rimaste inevase”. “Tale atteggiamento da parte dell’Amministrazione comunale di Avellino – si legge ancora nella nota – costringe queste Organizzazioni Sindacali, assolutamente maggiormente rappresentative, a proclamare lo stato di agitazione del personale della Polizia Municipale ed a richiedere l’attivazione della procedura di conciliazione prevista dall’art. 2, comma secondo della Legge 146/90, così come modificato dalla Legge 83/2000, relativamente alla vertenza di cui sopra. In attesa della convocazione da parte di codesta Spettabile Prefettura si annuncia che gli agenti di Polizia Municipale non acconsentiranno a modifiche all’orario individuale e di servizio e non effettueranno lavoro straordinario.VIGILI URBANI