VERTENZE AL SUD, SIMEONE (UIL): SCIOPERO GENERALE IN ASSENZA DI SEGNALI CONCRETI

VERTENZE AL SUD, SIMEONE (UIL): SCIOPERO GENERALE IN ASSENZA DI SEGNALI CONCRETI

10 Dicembre 2019 0 Di La redazione

“Oggi la prima delle tre manifestazioni nazionali a Roma di Cgil Cidl Uil, tanti lavoratori e lavoratrici da territori martoriati e devastati da crisi aziendali tutte dello stesso segno, mancato rispetto di accordi, negazione di diritti e fughe aziendali dopo aver raccolto finanziamenti e lasciato nella disperazione famiglie e comunità intere.” Lo afferma Luigi Simeone, segretario della Uil Avellino – Benevento

“Uno dei temi di oggi era “ Il Mezzogiorno” e – aggiunge –  si capiva bene il perché,  gran parte delle delegazioni presenti venivano dal SUD ……Ilva, Novolegno, Wirpholl, Alitalia che richiedono una presa di coscienza da parte del governo per una parte del Paese che non può più essere considerata che nella sua emergenza e opportunità per ripartire.”

“Ancora due giornate il 12 e il 17 e a seguire l’iniziativa locale e regionale per alimentare l’iniziativa che deve portare all’avvio di soluzioni per un territorio Irpinia e Sannio che non vuole più restare indietro, a gennaio l’iniziativa territoriale e poi – conclude Simeone – in assenza di reali segnali di inversione di tendenza dovrà essere sciopero generale.”