VERTENZA AIAS, FUMATA NERA SUI 6 STIPENDI ARRETRATI

1 dicembre 2017 0 Di La redazione

È terminato da poco il tavolo convocato in Prefettura per affrontare la vertenza Aias. Oltre al rappresentate di Governo, Tirone,  hanno presenziato il Presidente Aias Avellino Bilotta accompagnato da consulenti, il Direttore del distretto Asl di Avellino Pirone, il sindacato, mancavano invece all’appello i delegati invitati di Regione e l’Aias Nazionale.

Fumata nera sul pagamento delle sei mensilità sospese che vantano gli operatori del centro di riabilitazione. La vicenda giudiziaria non è stata oggetto della discussione. La Cgil, col segretario Funzione pubblica D’Acunto, ha chiesto agli interlocutori dei segnali concreti: ad esempio il pagamento di almeno due mensilità, richiesta indirizzata sia ad Asl che Aias. L’associazione si è detta impossibilitata, un diniego è arrivato anche alla richiesta del Prefetto di mettere sul tavolo i bilanci per convincere le parti che non esistesse altra soluzione.

Permane lo stato d’agitazione, le prossime mobilitazioni saranno vagliate nel corso di assemblee dei lavoratori ad Avellino, Nusco e Calitri. I dipendenti che hanno ricevuto anche il sostegno di alcuni familiari serviti dai centri Aias hanno – attraverso il sindacato – rimarcato l’impossibilità di vivere con sei mesi di stipendi arretrati e paghe frutto di contrati part-time da 600 euro.