VANDALI IN AZIONE. RAID NELLA SCUOLA DI ALTAVILLA. «PUNIREMO I DELINQUENTI»

VANDALI IN AZIONE. RAID NELLA SCUOLA DI ALTAVILLA. «PUNIREMO I DELINQUENTI»

8 Aprile 2021 0 Di La redazione

La scuola per i bimbi di Altavilla ha rischiato di non riprendere dopo inquietanti danneggiamenti. Lo sfogo dell’assessore all’Istruzione. E a San Potito, devastato lo spogliatoio di un impianto sportivo (in foto). Effetti pandemia ? Due episodi distinti che potrebbero avere la stessa matrice

Riparazione del danno, dopo il raid, in tempi record. Solo così la scuola ha potuto riaprire, anche in zona rossa. Nel corso di un’intervista youtube rilasciata ai colleghi di “Quattro chiacchiere con”, a ripercorre l’accaduto è stata l’assessore alla pubblica istruzione Rita Tirri. Nel mirino dei vandali sono finiti la rete internet, le porte, il pavimento e una sedia utilizzata da alunni diversamente abili. «Oltre ad essere un reato è un gesto vile – ha dichiarato Tirri. È grave aver danneggiato le porte d’ingresso dell’Istituto, è grave aver danneggiato il pavimento appena sostituito. È grave aver danneggiato la rete informatica, con la speranza, forse, di non collegarsi da casa per le lezioni. Ma quello che è ancora più grave – ha spiegato l’esponente dell’esecutivo – è aver danneggiato la sedia delle persone fragili utilizzata per la didattica in presenza. Avrebbero voluto impedire ad una persona diversamente abile di fare lezione? Per fortuna abbiamo riparato tutto in tempo utile. Mi rivolgo agli autori: occorre imparare il rispetto delle persone e delle cose altrui. La scuola è vostra. Dovete provare vergogna». Tirri ipotizza denunce sulla base delle immagini catturate dalla videosorveglianza. “Nonostante quello che avete fatto la scuola ha riaperto. Abbiamo un video che è già in mano agli inquirenti. Laddove venissero individuati i responsabili non accetteremo un risarcimento del danno con remissione della querela, sarà il tribunale ordinario o dei minorenni a giudicare. Non sono vandali ma delinquenti. E non è un episodio singolo ma ripetuto del tempo». Il duro sfogo via web non è passato inosservato. Stesso mezzo e stessa denuncia da parte del sindaco, Pasquale Nazzaro, che posta (foto relativa a SAN POTITO allegata a questo articolo) la devastazione operata negli spogliatoi di un campo di calcio che il Comune si appresta a riqualificare. “Mi auguro non accada più. Siamo pronti a seri provvedimenti”, ammonisce il primo cittadino.