VACCINI E SCUOLA. CONFRONTI E SCONTRI IN DIRETTA TV

VACCINI E SCUOLA. CONFRONTI E SCONTRI IN DIRETTA TV

21 Aprile 2021 0 Di La redazione

Durante lo speciale di “Vaccini e Scuola. Il rischio ragionato”, andato in onda sul Canale 90 di Prima Tivvù, sono state numerose le voci che si sono fatte avanti per esporre le proprie preoccupazioni riguardo all’apertura delle scuole di lunedì che vedrà il rientro in presenza al 100%.

Da lunedì si torna in presenza, ed in queste ore si moltiplicano gli appelli al governo.

Ormai è passato più di un anno da quando le scuole hanno chiuso i loro cancelli, cresce la preoccupazione tra docenti, genitori ed alunni. I mezzi messi a disposizione non sono sufficienti per rispettare le misure di sicurezza, si ha paura di lasciare la dad.

vaccini scuole avellino

La protesta di Atripalda

Si sono fatti sentire i giovani del liceo di Atripalda, dando vita ad uno sciopero per evitare il rientro in presenza al 100%.

Una ragazza che ha preso parte alla protesta è intervenuta durante la trasmissione di Prima Tivvù esponendo le proprie preoccupazioni:

“La paura di tornare è fortemente legata alla paura di contagiare i familiari più fragili. Non mi sento di fare un mese di scuola ed avere paura di trovare i miei nonni in condizioni gravi. Per ora procediamo con questa settimana di sciopero.”

La popolazione studentesca di Atripalda, infatti, è composta da studenti proventi da zone rosse come Serino, Solofra e Santa Lucia di Serino dove le scuole sono rimaste chiuse.

Molti genitori si domandano se sia giusto o no lasciare la scelta della presenza scolastica ai genitori visto che la metà degli alunni arrivano da zone rosse.

vaccini scuole avellino

Antonio Fiscina, papà di un ragazzo del Liceo Scientifico di Atripalda ospite del programma, ha affermato:

“Non sono d’accordo con il ritorno in presenza.

Le famiglie si domandano cosa cambierà da oggi a lunedì, quando i ragazzi dovranno fare presenza al 100%.

Noi genitori abbiamo scritto una lettera alla Regione ed al Governo dove parliamo di libertà. Speriamo in un intervento delle istituzioni che possa dare la libertà ai genitori di scegliere se mandare o no i propri figli a scuola.”

vaccini scuole avellino

Anche Anna, mamma di una studentessa del liceo, espone le stesse preoccupazioni di Antonio, lanciando un appello alle istituzioni di competenza:

“Se un genitore ritiene inopportuno far rientrare il figlio a scuola bisogna poter scegliere, perché obbligare è irrispettoso nei confronti della libertà individuale.”

Inoltre Anna, durante il suo intervento all’interno del programma, prosegue:

“Vorrei esprimere un parere riguardo ai  ragazzi che hanno scioperato, vogliono solo manifestare le loro paure.

Hanno diritto di manifestare le proprie preoccupazioni con lo sciopero.”

 

I sindacati

Molti Sindaci stanno riaprendo e richiudendo le scuole nel giro di  pochi giorni, a causa di protocolli ancora non chiari.

Possiamo prendere ad esempio l’edificio scolastico di Montecalvo, dove era stata permessa la riapertura da parte dell’Asl, permesso revocato dopo soli 4 giorni.

Sembra esserci un’incertezza anche dal punto di vista istituzionale, forse i dati sui contagi non riescono ad essere ricevuti in tempo reale.

vaccini scuole avellino

Durante il collegamento il  Prof. D’Oria Antonio, Segretario Provinciale Uil Irpinia Sannio, afferma:

“Rischio azzardato dettato per lo più da esigenze politiche. Esiste la preoccupazione per il distanziamento e per la messa in sicurezza. C’è un ritorno al 100% che porta preoccupazione e malessere sia tra i docenti scolastici sia tra i genitori.

Paura giustificata perché non c’è un piano cosi affermato, il protocollo va sicuramente rivisto.

Dobbiamo chiudere. Che la scuola riprenda bene dal prossimo anno. Ad oggi, al di la degli annunci, siamo al punto di inizio.”

Il programma in onda tutti i martedì alle ore 15:00 su Prima Tivvù Canale 90.