VACCINAZIONI IN AZIENDA. GRUPPO D’AGOSTINO PRESENTE E IN SINERGIA

VACCINAZIONI IN AZIENDA. GRUPPO D’AGOSTINO PRESENTE E IN SINERGIA

3 Giugno 2021 0 Di La redazione

CON L’HUB ISCO HA PRESO IL VIA LA SOMMINISTRAZIONE AI DIPENDENTI DI DECINE DI AZIENDE. IL GRUPPO D’AGOSTINO TRA I FAUTORI DI UNA RETE SINERGICA

Al via stamani presso il gruppo Isco l’operazione “Vaccini in Azienda” promossa dall’ASL in sinergia con Confindustria Avelino. Presso la sede atripaldese del gruppo, sita in via Belli, sono stati allestiti i box nei quali saranno somministrati i preparati di Pfizer e Moderna, non solo ai dipendenti delle varie aziende che fanno capo al dottor Pasquale Penza, ma anche a quelli di altre realtà come il Gruppo De Caro, il Gruppo D’Agostino, Italcastagne e altre aziende e studi professionali.
L’inoculazione dei vaccini – fanno sapere da Isco – avverrà, ovviamente, nel pieno rispetto delle linee di indirizzo fornite da Confindustria e dei protocolli stabiliti dalle autorità sanitarie. Saranno presenti medici, infermieri e il personale necessario a garantire che le procedure si svolgano nella massima sicurezza.
“Abbiamo particolarmente apprezzato, e subito sposato, l’iniziativa promossa da Confindustria Avellino – dichiara Pasquale Penza – tesa a coinvolgere nella campagna vaccinale anticovid larga parte del mondo imprenditoriale irpino. Non solo per mettere al sicuro i nostri collaboratori, ma per contribuire alla campagna aprendo le nostre porte anche ai dipendenti di quelle aziende che si relazionano a vario titolo con le nostre realtà. Insomma, anche ISCO è per il sociale.”

Oggi più che mai – prosegue – dopo un anno di lockdown, il nostro apparato produttivo necessità di ripartire. Per farlo occorre mettere al sicuro tutti i lavoratori e uscire così nel minor tempo possibile da un’emergenza che ha indubbiamente sfiancato tante aziende, alcune portandole alla chiusura, specie quelle di piccole dimensioni. Penso ai tanti piccoli artigiani, ai commercianti, al settore della ristorazione, che hanno fin qui assicurato nel loro piccolo un’occupazione stabile a tante persone. Soprattutto per loro, per le loro famiglie, dobbiamo fare uno sforzo che serva a tornare presto ai ritmi di produzione precovid, assicurando una prospettiva migliore per le nuove generazioni.”

“Senza voler scadere nella facile retorica – conclude Penza – è evidente che la pandemia lascerà una scia di dolore, ma ci avrà insegnato che la sinergia tra istituzioni, mondo produttivo, autorità sanitarie può innestare un meccanismo virtuoso che in futuro servirà a prevenire altre emergenze e ad affrontarle al meglio per evitare danni irreparabili innanzitutto alle persone e poi al nostro sistema economico.”

Da ISCO, infine, un grazie ai medici Vincenzo Turri, Aldo Laurenzano, Michele Mastroberardino, Pasquale Miele e Lucia Parziale per il contributo che daranno al funzionamento dell’hub e all’associazione Nuova Dimensione per la logistica.