VACCINATO ALLO STADIO, LA CAMPAGNA DELL’ALESSANDRIA CALCIO

VACCINATO ALLO STADIO, LA CAMPAGNA DELL’ALESSANDRIA CALCIO

21 Gennaio 2021 0 Di Michelangelo Freda

L’Alessandria lancia la campagna “Vaccinato allo stadio”. L’obiettivo è quello di riavere presto gli spalti gremiti, il club piemontese ha lanciato questa iniziativa augurandosi che tutte le società aderiscano rendendola virale. Una proposta nobile volta anche a sensibilizzare le persone ad aderire alla campagna vaccinale che in queste settimane sta interessando parte della cittadinanza italiana.

Al tempo stesso,  però, si sollevano dei dubbi proprio sulla legalità di tale atto.  Già il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha proposto l’introduzione di una tessera per constatare i vaccinati presenti sul territorio, oltre che concedere delle “libertà” a chi si sottopone al vaccino. Ovviamente, la speranza risiede anche nella serietà delle multinazionali che distribuiscono i vaccini, che non devono andare incontro a ritardi, come già avvenuto. Al tempo stesso un’altra questione di cui tener conto è a chi consegnare il patentino di immunità. Non tutti, pur volendolo, possono essere vaccinati. Magari perché allergici a uno degli eccipienti contenuti nei flaconcini, o perché affetti da una condizione medica che impedisce di sottoporsi al trattamento. Come verrebbero tutelati i diritti di queste persone?

Insomma, c’è ancora molto da studiare e talvolta, nonostante la buona fede di tali iniziative, bisogna cercar di tener presento lo stato di diritto in cui viviamo e  soprattutto l’attuabilità di tali iniziative,  soprattutto in un momento cosi delicato della nostra storia.