UXORICIDIO. REVOCATO IL FERMO PER L’85ENNE DISPOSTI I DOMICILIARI PRESSO UNA STRUTTURA PROTETTA. SULLA  DONNA NECESSARIA L’ AUTOPSIA

UXORICIDIO. REVOCATO IL FERMO PER L’85ENNE DISPOSTI I DOMICILIARI PRESSO UNA STRUTTURA PROTETTA. SULLA DONNA NECESSARIA L’ AUTOPSIA

7 Maggio 2021 0 Di Anna Guerriero

L’ anziano che nei giorni scorsi ha ucciso la moglie è stato ascoltato stamane dal giudice che non ha convalidato il fermo. L’anziano sconterà gli arresti domiciliari al momento però l’uomo resta ricoverato all’ospedale di Solofra, successivamente l’anziano sarà trasferito in una struttura sanitaria protetta in Campania. Gerardo Limongiello potrebbe essere assistito presso i centri di Casamarciano, Pellezzano o Nocera Inferiore

L’ 85enne, piantonato e guardato a vista in una stanza dell’ospedale Landolfi, stamane durante l’interrogatorio alle domande che gli sono state poste dal giudice Francesca Spella non è stato molto chiaro sulla dinamica dell’omicidio.

L’ uomo prima ha detto di aver reagito ad un gesto violento da parte della moglie premendole un cuscino sul volto e quindi soffocandola poi in un successivo passaggio ha riferito di averle stretto le mani al collo, in questo caso la donna sarebbe morta per strangolamento.

Per chiarire la causa del decesso necessaria l’autopsia.