US AVELLINO E SCANDONE: MATCH A PORTE CHIUSE FINO AL 3 APRILE

US AVELLINO E SCANDONE: MATCH A PORTE CHIUSE FINO AL 3 APRILE

4 Marzo 2020 0 Di La redazione

Tutte le manifestazioni sportive si giocheranno a porte chiuse . La notizia era nell’aria, la conferma dalle comunicazioni del Presidente del Consiglio sulle misure per il contrasto al diffondersi del Covid-19.

L’Us Avellino giocherà domenica alle 17:30 in casa contro la Ternana. Era previsto il ritorno della Curva Sud allo Stadio dopo le settimane tribolate per il cambio societario, ma è tutto rimandato a data da destinarsi.

La Scandone attende sabato alle ore 20:30 al Paladelmauro di Avellino i siciliani del Nardò. Gli appassionati potranno comunque seguire l’evento a partire dalle ore 20:20 in diretta su Prima Tivvù Canale 90 ed in streaming sul sito www.primativvu.it

Varato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri riguardante l’emergenza Coronavirus. Ecco una parte del testo relativa alla disputa di manifestazioni sportive:

“Sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia in pubblico sia in privato; resta comunque consentito, nei comuni diversi da quelli di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni (nella Regione Lombardia: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini. Nella Regione Veneto: Vo’), lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine, centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’allegato 1, lettera d”.

Le disposizioni del presente decreto producono il loro effetto dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sono efficaci, salve diverse previsioni contenute nelle singole misure, fino al 3 aprile 2020.