UNA DOMANDA A DEPUTATI E SENATORI DEL MOVIMENTO 5 STELLE: “PERCHE’ NON VI SIETE ANCORA TAGLIATI LO STIPENDIO?”

UNA DOMANDA A DEPUTATI E SENATORI DEL MOVIMENTO 5 STELLE: “PERCHE’ NON VI SIETE ANCORA TAGLIATI LO STIPENDIO?”

5 Settembre 2018 0 Di Sandro Feola

A distanza di 5 mesi dall’insediamento del nuovo Parlamento, dopo il fulmineo taglio dei vitalizi agli ex deputati, vorremmo porre ai parlamentari irpini e ai membri del Governo del Movimento Cinque Stelle una domandina semplice semplice: “Perché la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica, dove siete in netta maggioranza, non hanno ancora provveduto al taglio degli stipendi dei parlamentari, portandoli a 5mila euro netti al mese, senza null’altro a pretendere?”

Eppure l’onorevole Di Maio il 2 marzo scorso dichiarava: “Al primo punto del primo provvedimento ci sarà il dimezzamento dello stipendio ai parlamentari della Repubblica”. E poi aggiungeva: “In tempi difficili come quelli che stiamo vivendo è osceno che un rappresentante del popolo si porti a casa tra i 14mila e i 15mila euro”. Perché, dunque, il Ministro-Leader pentagrillino e i suoi amici non hanno provveduto?

Eppure basterebbe davvero poco. In un paio d’ore i competentissimi e solerti funzionari di Montecitorio potrebbero preparare una proposta di legge. E poi il Presidente o il capogruppo del M5S potrebbero proporla all’Ufficio di Presidenza affinché, in meno di un’ora, venga sottoposta in via d’urgenza all’esame dell’Aula. E poi di corsa al Senato per la seconda lettura. In una settimana, giorno più giorno meno, sarebbe tutto bello che fatto. Anzi, c’è chi sostiene che basterebbe persino una banalissima delibera dell’Ufficio di Presidenza. Tre ore, male che vada.

Dunque, signori deputati e senatori irpini del M5S, signori Sottosegretari, di grazia, volete spiegare ai cittadini perché tale provvedimento non è stato ancora proposto e approvato? Perché nessuno di voi ha avanzato tale Proposta di Legge? Perché non avete ancora dimezzato il vostro stipendio ora che avete i numeri e i poteri per farlo?

Impazienti attendiamo una risposta. E che sia, per favore, a 5 stelle.