UN AVELLINO DAI DUE VOLTI NON BASTA. AI LUPI SERVONO I GOL

UN AVELLINO DAI DUE VOLTI NON BASTA. AI LUPI SERVONO I GOL

11 Aprile 2022 0 Di Pellegrino Marciano

Festa doppia per il Bari che se ne va in Serie B con tre turni di anticipo e coglie l’occasione per fare bella figura davanti a 20mila spettatori contro una delle rivali più acerrime, l’Avellino, che invece aveva un bisogno impellente di fare punti per la corsa al secondo posto. Non è bastato il caso Catania, coi lupi da soli per qualche ora in seconda piazza, perché la sconfitta del San Nicola rimanda tutti i discorsi. Il Palermo, che però ha una gara in più, ha superato i lupi in classifica e il Catanzaro se dovesse vincere stasera a Foggia farebbe lo stesso. Insomma, da Bari passavano buona parte delle speranze biancoverdi, attesi ora da Vibonese e proprio Foggia, altra trasferta impegnativa. Eppure il Bari ha fatto davvero poco per aggiudicarsi la vittoria. Un primo tempo di palleggio e controllo, regalato praticamente da un Avellino timoroso e mai veramente pericoloso. Dunque, irpini deludenti, sotto con un super gol di Maita all’incrocio dei pali. Si ferma a questo il match dei galletti. Gautieri deluso a sua volta nell’intervallo lascia negli spogliatoi Murano, Kragl e Mignanelli. Dentro Carriero, Tito e Plescia con l’aggiunta di Kanoutè che danno una sterzata alla partita. Infatti l’Avellino colleziona diverse occasioni, come spesso accade però, non sfruttate. C’era il rigore su Kanoutè, che anticipa Frattali e finisce giù travolto dall’ex Avellino. Ma per l’arbitro niente da fare. Finisce con l’ultime delle numerose zuffe dell’incontro, ma finisce bene per il Bari e male per i lupi. Se ne parlerà stasera a Contatto Sport, ore 21.30 come sempre su Prima Tivvù e in diretta Facebook.