Home / Attualità / “TRE ANNI DI CARCERE, SOLO COSÌ STOP A COSTRUZIONI ABUSIVE”. DE LUCA ATTACCA IL MINISTRO ORLANDO

“TRE ANNI DI CARCERE, SOLO COSÌ STOP A COSTRUZIONI ABUSIVE”. DE LUCA ATTACCA IL MINISTRO ORLANDO

“Non vogliamo nè abusi, nè condoni. La nostra legge regionale cerca di far fronte , concretamente , a un tema biblico per le dimensioni. Diciamo a chi ha costruito in zone demaniali vincolate o a rischio idrogeologico, a chi ha già una casa o é un camorrista, che deve abbattere. Punto”. Un De Luca a tratti furioso, in conferenza stampa, replica a quelle che definisce demagogie, cialtronerie e falsità emerse dopo il terremoto di Ischia. Non solo finti ambientalisti, a finire nel mirino del Governatore é il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, “reo” di aver mistificato la realtà nelle dichiarazioni rese post sisma. “Da quello che ho letto l’unico che vuole una sanatoria è lui. E’ al limite dello scandalo un ministro della giustizia che dichiara inutile l’esercizio dell’azione penale perchè poi la pena viene quasi sempre sospesa”. E quando De Luca indica la possibile soluzione del problema abusivismo – “Che nulla c’entra in questo terremoto” – è proprio al Ministro che si rivolge, chiedendo un decreto legge entro settembre: ” Tre anni di carcere sicuri metterebbero fine all’abusivismo – ne è certo il Presidente , che aggiunge – sanzioni e pene vanno comminate anche a quei funzionari e dirigenti pubblici che autorizzano allacciamenti di acqua , luce o gas per immobili abusivi. La Campania è la regione che di legalità e ambiente ha fatto una sfida prioritaria”. Chiediamo a De Luca se il crollo di un cornicione della Chiesa che ha ucciso un’anziana e l’evacuazione temporanea dell’Ospedale non rappresentino una non – cultura del Terremoto e della Protezione Civile ? A breve la risposta nella video- intervista resa alla stampa a margine della conferenza.

A breve il video

Circa Vincenzo Di Micco

Vincenzo Di Micco

Vedi Anche

VIA SPERANZA, IL GIALLO DELLA VORAGINE INFINITA

Via Speranza. Da oltre un mese lavori in corso per ripristinare il traffico dopo la ...

NELLA “FOGNA” DI QUATTROGRANA IL GRIDO INASCOLTATO DELLA PERIFERIA

A Quattrograna il grido inascoltato dei cittadini costretti a vivere in alloggi popolari colabrodo sottoposti ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *