TEST SALIVARI ANTI-COVID ALL’ASILO NIDO DI SOLOFRA: CONTINUA IL TOUR DELLA PREVENZIONE DEL CONSORZIO

TEST SALIVARI ANTI-COVID ALL’ASILO NIDO DI SOLOFRA: CONTINUA IL TOUR DELLA PREVENZIONE DEL CONSORZIO

15 Luglio 2021 0 Di Leonardo D'Avenia

Continua il tour della prevenzione contro il Covid del Consorzio dei Servizi Sociali A5 di Atripalda guidato dal Direttore Generale Carmine De Blasio.

Dopo la prima giornata di sensibilizzazione rivolta ai bambini, che si è svolta nelle scorse settimane all’Albero dei Piccoli di San Michele di Serino, anche all’Asilo Nido 0-36 mesi di Solofra i piccoli sono stati sottoposti a test salivari anti-Covid.

Molto semplice e veloce, e assolutamente non invasiva, la procedura eseguita dall’infermiere del “Fatebenefratelli” di Benevento Carmine Orlando. Dopo aver raccolto un piccolo campione di saliva del bambino, l’infermiere lo ha combinato per pochi secondi con un reagente per poi trasferirlo in uno stick in grado, in meno di un quarto d’ora, di dare il responso dell’esame.

Diverse le famiglie che hanno aderito all’iniziativa promossa dal Consorzio, in sinergia con la Cooperativa Socrate di Benevento, per monitorare e mettere in sicurezza anche i più piccoli.

I test, sperimentati sui bambini in alternativa ai classici tamponi naso-faringei molecolari decisamente più fastidiosi e invasivi, sono stati eseguiti nei locali moderni e tecnologicamente all’avanguardia dell’asilo solofrano.

Soddisfatti i genitori che hanno aderito alla giornata di sensibilizzazione: tutti hanno sottolineato l’importanza di monitorare anche i più piccoli, spesso inconsapevoli portatori del virus. La proceduta veloce e indolore ha tranquillizzato anche i bambini, che hanno vissuto il test come un gioco.

La sperimentazione andrà avanti anche nelle prossime settimane in altri asili e strutture dell’infanzia dei comuni che rientrano nell’ambito di competenza del Consorzio A5.

“E’ la prima esperienza in assoluto in Regione Campania sulla prima infanzia”, precisa De Blasio, che guarda in prospettiva alla riapertura delle scuole e alla ripresa dei servizi educativi. “Potrebbe essere la soluzione giusta per monitorare il contagio a settembre, quando riprenderanno tutte le attività scolastiche. Come Consorzio siamo impegnati in prima linea in tutte le attività e le iniziative che possono contribuire a mettere in sicurezza le nostre comunità e, quindi, ad uscire al più presto da questa lunga e drammatica emergenza”.