TESSERAMENTO, 48 ORE PER I DATI DEFINITIVI

TESSERAMENTO, 48 ORE PER I DATI DEFINITIVI

7 Marzo 2017 0 Di Vincenzo Di Micco

I tempi stringono ma il “caso Campania” tiene ancora banco a livello nazionale.

Mentre i Pubblici ministeri avviano un’inchiesta sui fatti di Caserta e i commissari romani del partito ispezionano i circoli di Napoli e provincia, in Irpinia arrivano le rassicurazioni del vicesegretario nazionale Lorenzo Guerini.

“In riferimento a migliaia di ipotetiche iscrizioni on line – si legge in una nota stampa – alla luce delle verifiche tramite l’apposita piattaforma informatica, le tessere ammontano a 529 unità a fronte di un tesseramento che supera le 7000 unità e che è ancora ancora in corso di aggiornamento”. I numeri, dunque, non sono ancora definitivi e non sciolgono le riserve sulla data del congresso provinciale e la platea di base. Come spiega lo stesso Guerini nelle ultime due righe del comunicato: “Il dato definitivo sarà comunque certificato dall’apposita commissione congressuale”. Commissione che allo stato ancora non c’è.

Perché ? Volendo rispondere con un dubbio andreottiano prima si sciolgono i nodi, poi si contano le iscrizioni. In altre parole, se 529 iscrizioni sono al momento certe, evidentemente altre sono in corso di valutazione. Il tempo stringe e di sicuro non si andrà per le lunghe. Entro il 9 marzo, fra 48 ore al massimo, andrà comunicato agli organismi regionali e nazionali il dato definitivo sul numero degli iscritti in Campania, ovvero la platea di base per la celebrazione dei congressi.

Su un punto sembrano tutti d’accordo nel Pd, a Roma come in Irpinia: se ci sarà il via libera agli iscritti on line, siano essi 500 o 2 mila,  la loro partecipazione s’intende valida sia ai congressi locali che nazionali.