TERNI RIEVOCA BEI RICORDI MA DOPO QUEL 18 MAGGIO… L’INFERNO!

TERNI RIEVOCA BEI RICORDI MA DOPO QUEL 18 MAGGIO… L’INFERNO!

22 Ottobre 2019 0 Di Pellegrino Marciano

L’ultima sfida a Terni regalò la salvezza all’Avellino di Foscarini. Fu però l’ultimo match dei lupi in Serie B, poi l’inferno prima con Taccone e poi con De Cesare

 

Dopo il pareggio contro il Bari, utile e prezioso per la compagine biancoverde allenata da mister Capuano, ecco che davanti alla strada dei lupi piomba la Ternana. Lo stadio Liberati rievoca dolcissimi ricordi per i tifosi irpini. L’ultima volta, infatti, che l’Avellino ha giocato a Terni ha conquistato la salvezza nel campionato di Serie B sotto la guida Foscarini, con i gol di Castaldo e Ardemagni, quest’ultimo sbloccatosi proprio in quella gara dopo un periodo lunghissimo senza reti. Era un altro Avellino, un’altra società, tutta un’altra storia, perché la categoria era di prestigio diverso. Era il 18 maggio del 2018, l’ultima gara in cadetteria dei lupi, che dopo l’inferno della Serie D ora si ritrovano contro le Fere. Gli umbri in rosa hanno giocatori di categoria assolutamente superiore, occupano il secondo posto in classifica alla pari con la Reggina, ed inseguono il Potenza capolista. In casa 2 vittorie 2 pareggi ed 1 sconfitta. Non proprio un ruolino di marcia eccellente per la formazione di Gallo che vuole a tutti i costi la promozione, dopo un campionato, quello scorso, non all’altezza della situazione. Nei rossoverdi Fabrizio Paghera, che non ha affatto lasciato un buon ricordo ad Avellino, così come Emanuele Suagher, difensore che ha vestito la maglia biancoverde per sei mesi. E’ trascorso circa un anno e mezzo dall’ultimo confronto. Un confronto che solo a pensarci fa venire il magone ai tifosi dell’Avellino che esultarono al termine della gara festeggiando la salvezza insieme a propri beniamini. Dopo quella partita, l’inferno. Prima con la B persa con la scellerata gestione di Taccone, poi la ripartenza dalla D, la promozione e l’agonia sotto il controllo Sidigas.