TERMINAL BUS. L’AIR CONVOCATA IN REGIONE: MEDIAZIONE FALLITA O RINVIATA?

TERMINAL BUS. L’AIR CONVOCATA IN REGIONE: MEDIAZIONE FALLITA O RINVIATA?

4 Dicembre 2019 0 Di La redazione

Salta la riunione che era stata fissata nella mattinata di domani (5 dicembre) a Palazzo Caracciolo alla presenza del Presidente Biancardi, del sindaco di Avellino, Gianluca Festa, e dell’amministratore unico di Air Mobilità Srl, Alberto De Sio, per fare il punto sulle ipotesi di provvisoria delocalizzazione del terminal bus di piazza Kennedy ad Avellino.

Annunciata come la tappa crocevia di una possibile mediazione, lo slittamento sembra prorogare i termini di scadenze e di soluzioni condivise tra le parti. “Con una nota Air Mobilità Srl comunica di aver ricevuto convocazione in Regione Campania per il prossimo lunedì al fine di affrontare lo stesso argomento. Di qui, la richiesta di differimento dell’incontro programmato per domani” fanno sapere dalla Provincia.

Come si risolverà il dilemma? Intanto pare difficile che da un giorno all’altro si possa trasferire il terminal dei bus – che il sindaco ha intenzione di liberare entro il mese di dicembre (a meno di improbabili azioni amministrative a carattere d’urgenza, ndr).

Come (e se) ciò si ripercuoterà sul sistema trasporti, sulle corse e gli stazionamenti, lo si capirà solo dalle prossime mosse. Rispetto alla volontà dell’Amministrazione comunale di delocalizzare il terminal dal centro è sorta la questione economica: circa 600 mila euro per l’allungamento delle 42 corse richiesti dall’Air.

La Regione proverà a mediare o si è solo spostato il capolinea della querelle?