Home / Dai Comuni / A STURNO IL RITROVO FERRARI CON 35 EQUIPAGGI

A STURNO IL RITROVO FERRARI CON 35 EQUIPAGGI

Bilancio positivo per la seconda edizione del ritrovo Ferrari. 35 equipaggi provenienti da tutta Italia hanno partecipato alla due giorni organizzata tra Sturno e San Giorgio del Sannio. Nella cittadina della valle dell’Ufita i bolidi rossi hanno sostato nella piazza del Municipio dove è stato allestito anche il minicircuito per automobiline elettriche dedicato ai più piccoli. Più di 200 bambini hanno potuto effettuare il percorso avendo così il primo contatto con le regole del codice della strada. Fermi ad un semaforo rosso, ad uno stop, o davanti a un pedone sulle strisce pedonali, i bambini hanno imparato i primi rudimenti della circolazione. “Tengo particolarmente alla manifestazione di questo fine settimana – dichiara Alberto Scaperrotta, presidente Scuderia Ferrari Club Ariano Irpino – pochi giorni fa è scomparso il professore Mario Memoli, un amico ed un grande educatore. Dedico a lui la manifestazione dei giorni scorsi”.  Sturno ha accolto i ferraristi con entusiasmo. “Puntiamo a far crescere questa manifestazione dedicata alla sicurezza stradale ed alla Ferrari – dice Vito Di Leo, durante la cerimonia di saluto in Sala Consiliare -. Purtroppo gli incidenti stradali stanno funestando la vita delle nostre piccole comunitá. È un dovere delle istituzioni diffondere la cultura della sicurezza sulle strade”. Il serpentone rosso domenica mattina ha attraversato la media valle del Calore per fare sosta a San Giorgio del Sannio dove è stato accolto dal vice sindaco Giuseppe Ricci e dalla presidente dell’Aci provinciale Lia Stefanelli.

Circa Domenico Zappella

Domenico Zappella

Vedi Anche

CONTRATTI DI SVILUPPO: VIA LIBERA PER DENSO, INDUSTRIA ITALIANA AUTOBUS E ROLL ROYCE

Presentato questa mattina presso il Ministero dello Sviluppo Economico l’Accordo di Programma Quadro con la ...

GIRO D’ITALIA FEMMINILE, CLAUDIA CRETTI SI E’ RISVEGLIATA DAL COMA

Claudia Cretti, la ciclista bergamasca vittima di una caduta subito dopo il passaggio in Irpinia ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *