STRAGE BUS ACQUALONGA . COMMEMORAZIONE DELLA TRAGEDIA A DISTANZA DI 6 ANNI

STRAGE BUS ACQUALONGA . COMMEMORAZIONE DELLA TRAGEDIA A DISTANZA DI 6 ANNI

27 Luglio 2019 0 Di La redazione

Si è tenuta nella serata di oggi, presso la chiesa San Nicola di Bari sita a Monteforte Irpino, la messa di commemorazione nel ricordo del tragico incidente avvenuto il 28 Luglio 2013 ad Acqualonga, ove un pullman, di proprietà di Gennaro Lametta, precipitò dal viadotto dell’A-16 causando la morte di 40 persone.

A distanza di sei anni dalla strage del bus, i diversi processi che si sono susseguiti hanno portato, nell’ultima udienza datata 23 Luglio, a condanne in sede civile e penale per Autostrade per l’Italia e Gennaro Lametta, ritenuti dal giudice del Tribunale di Avellino, come responsabili di egual misura per il drammatico evento accaduto.

Inoltre, nella medesima data è stata depositata la sentenza civile e il giudice Pasquale Russolillo ha sbloccato i 4 milioni e 600 mila euro per la polizza danni e ha condannato Autostrade per l’Italia e Gennaro Lametta, i quali, dovranno pagare oltre 900 mila euro di risarcimenti in favore di 14 persone, alcuni parenti delle vittime e proprietari dei veicoli coinvolti nell’incidente.

Stasera, prima che iniziasse la liturgia, il parroco Don Antonio Testa ha ricordato, con accanto una ragazza scampata alla tragedia, quanto sia importante non dimenticare ciò che accadde quell’infausto giorno, e di conservare per sempre il ricordo di quelle persone che hanno perso la vita nell’incidente.

Si sono uniti alla commemorazione, oltre ai parenti delle vittime, anche il sindaco di Monteforte Irpino Costantino Giordano, il sindaco di Avellino Gianluca Festa e l’artista Antonio di Rosa, colui che ha realizzato la scultura  “ Il Guardiano della Memoria “, la quale sarà posizionata nel giardino che a breve sarà allestito sotto il cavalcavia, nel luogo esatto ove precipitò il bus.