STADIO “ZACCHERIA”, CURVE CHIUSE. CONTRO L’AVELLINO TIFOSI IN TRIBUNA

STADIO “ZACCHERIA”, CURVE CHIUSE. CONTRO L’AVELLINO TIFOSI IN TRIBUNA

13 Aprile 2022 0 Di Pellegrino Marciano

La follia di Foggia-Catanzaro, con l’aggressione di un tifoso rossonero ai danni di Pietro Iemmello ha lasciato di certo strascichi importanti. La Lega Pro si è esposta

con un comunicato, condannando l’aggressione:“In riferimento alla gravissima ed indegna aggressione subita ieri dal calciatore del Catanzaro Pietro Iemmello nella gara di Foggia, la Lega Pro condanna con fermezza il vile atto di violenza da lui subito ad opera di alcuni delinquenti presenti allo stadio e che nulla hanno a che vedere con i veri tifosi. La Lega Pro esprime la totale solidarietà ed il pieno sostegno a Iemmello ed alla società giallorossa. Queste sono vicende che non si conciliano con lo sport e con i principi che animano la Serie C e che al contrario arrecano un gravissimo danno all’immagine di tutto il calcio.

La Lega Pro, nel pieno rispetto del lavoro delle forze dell’ordine, auspica che le autorità competenti facciano immediata luce su questo riprovevole evento di violenza inaudita e sollecita i più fermi provvedimenti nei confronti dei colpevoli”.

Parole che però trovano poco riscontro nei fatti con il giudice sportivo che si è espresso nel pomeriggio di ieri e ha avuto una mano a dir poco leggera nei confronti dello stadio “Zaccheria” che ospiterà regolarmente la sfida contro l’Avellino. Due turni di chiusura alla Curva Sud e uno alla Nord. Risultato? Contro l’Avellino il 24 aprile curve chiuse ma possibilità per i sostenitori foggiani di assieparsi nelle tribune, lì dove ci saranno anche dirigenti e staff bianco verde. Sicuri che sia la mossa giusta?