DPCM STADI: L’US AVELLINO ATTENDE LA DECISIONE DI DE LUCA SULLA RIAPERTURA

DPCM STADI: L’US AVELLINO ATTENDE LA DECISIONE DI DE LUCA SULLA RIAPERTURA

14 Ottobre 2020 0 Di Michelangelo Freda

Il nuovo Dpcm per l’emergenza coronavirus, firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte il 13 ottobre e in vigore per 30 giorni (fino al 13 novembre prossimo), impone nuovi limiti alla vito quotidiana dei cittadini. Se da un lato il dpcm ha reso obbligatorie l’uso delle mascherine all’aperto in tutto il territorio italiano, dall’altro sono stati posti dei limiti agli eventi privati fino ad un massimo di 30 persone, oltre che ad aver predisposto la chiusura anticipata dei locali notturni.

Attualmente, tra le novità introdotto dall’ultimo Dpcm, viene rinnovato i divieto di praticare sport di contatto (calcetto, basket, volley e arti marziali) a meno che non si svolgano sotto l’egida di una Federazione o di Ente di Promozione sportiva, che segue comunque un protocollo sanitario preciso.

Apertura stadi

Sul fronte stadi c’è attesa in Campania per la possibile riapertura degli stadi tra i quali lo Stadio Partenio Lombardi. Il governatore De Luca si è riservato di esprimersi sulla totalità del Dpcm entro la giornata di venerdì, dove farà chiarezza sulle disposizioni che la Regione Campania adotterà.

Tuttavia il provvedimento che lascia invariato a 200 persone al chiuse e 1000 all’aperto, stante la possibilità di un distanziamento fisico in linea con i precedenti protocolli approvati, potrebbe a breve portare a diversi paradossi, con regioni in cui uno spettacolo teatrale sarà svolto per legge davanti a un certo numero di persone e in un’altra al cospetto di un pubblico meno numeroso. Per capire in ogni caso cosa accadrà bisognerà aspettare i provvedimenti dei governatori di Regione nelle prossime ore, soprattutto quelle considerate più a rischio in questi giorni, come Lombardia, Campania e Lazio.