STADIO PARTENIO: IERI IL CONFRONTO IN COMUNE CON ZAVANELLA. CONFERENZA DEI SERVIZI IL 17 MAGGIO

STADIO PARTENIO: IERI IL CONFRONTO IN COMUNE CON ZAVANELLA. CONFERENZA DEI SERVIZI IL 17 MAGGIO

12 Maggio 2021 0 Di Michelangelo Freda

Si continua a lavorare al nuovo stadio Partenio da parte della società biancoverde. Ieri l’incontro in Comune tra amministrazione e l’architetto Gino Zavanella per farei il punto su tutti gli incartamenti da presentare alla conferenza dei servizi fissata per il 17 maggio. Presenti la responsabile unica del progetto, Pina Cerchia, e l’assessore allo sport Geppino Giacobbe che si sono confrontati con l’architetto dedicando particolare attenzione alla viabilità e alla sostenibilità del progetto.

È stato lo stesso Zavanella ad evidenziare come il nuovo stadio Partenio abbia una forte connotazione “Green” andando a riqualificare un’area finora sprovvista di spazi verdi. Il progetto, stando alle indiscrezioni, prevederebbe del verde pubblico 5 volte superiore a quello presente attualmente. Al tempo stesso, il papà dello stadium di Torino, sottolinea che lo stadio verrà alimentato da fonti energetiche alternative e verrà costruito seguendo chiare indicazioni sui materiali.

Stadio, incontro il 17 maggio

Ovviamente c’è attesa per l’incontro del 17 maggio in conferenza dei servizi ma soprattutto sull’iter burocratico che dovrà esser seguito e rispettato, in primis dal Comune che dovrà evitare intoppi per permettere la realizzazione entro i tempi previsti, come sottolineanti durante la conferenza stampa di presentazione svoltasi presso il Comune di Avellino.

Ovviamente, è bene sottolineare, che non ci sarà bisogno di garanzie comunali per ottenere l’accesso al credito sportivo, che sarà legato al gruppo D’Agostino che fornirà tutta la documentazione necessaria per ottenere il 70% del finanziamento. Nulla peserà sulle casse comunali, come inizialmente paventato.

Adesso bisogna aspettare l’appuntamento di lunedì 17, al tempo stesso, se tutto procederà secondo i piani, l’Us Avellino, dopo aver ricevuto l’ok dovrà redigere il progetto definitivo che dovrà esser nuovamente approvato dalla conferenze dei servizi decisoria. L’obiettivo è di ottener tutte le carte per la fine del 2021 e poter partire con la costruzione del nuovo impianto per la fine della stagione 2021/22.