SUOR MARIA GARGANI SARA’ BEATA IL 2 GIUGNO NEL DUOMO DI NAPOLI

15 marzo 2018 0 Di La redazione

Suor Maria Gargani, serva di Dio fondatrice delle suore Apostole del Sacro Cuore figlia spirituale di San Pio da Pietralcina e del Vescovo di Lucera, Mons. Giuseppe Di Girolamo, sarà beatificata il 2 Giugno nel Duomo di Napoli. A presiedere la celebrazione saranno il Cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione delle cause dei Santi ed il Cardinale di Napoli Crescenzio Sepe. Una notizia che era nell’aria e molto attesa in tutta la Campania, ma anche e soprattutto in Irpinia ed a Morra De Sanctis paese natale della suora. La bella notizia arriva, tra l’altro, nell’imminenza della visita di Papa Francesco a Pietrelcina e San Giovanni Rotondo.

Maria Gargani nacque a Morra Irpina il 23 dicembre 1892. Dopo aver conseguito l’abilitazione all’insegnamento, vinse il concorso e fu destinata alle scuole elementari di San Marco la Catola (Foggia). Conobbe i padri Agostino e Benedetto da San Marco in Lamis e, sotto la loro guida, unì all’attività didattica la realizzazione di molteplici iniziative di apostolato. Chiese ed ottenne, nel 1916, il permesso di rivolgersi per corrispondenza a Padre Pio, che la guidò con paterne premure. Si incontrò la prima volta con lui nella seconda metà di aprile del 1918, a San Marco la Catola. In questa cittadina Padre Pio si era recato per conferire con il suo direttore spirituale, il padre Benedetto Nardella. Vi rimase cerca un mese, durante il quale ebbe quotidiani colloqui con la Gargani, che gli confidò di sentire il bisogno di consacrarsi a Dio nella vita religiosa. Grazie agli illuminati consigli, al sostegno morale e alla preghiera di Padre Pio, Maria organizzò l’Opera del Sacro Cuore, che sfociò nel nuovo Istituto religioso de «Le Apostole del Sacro Cuore», di cui fu benemerita fondatrice. Madre Gargani morì il 23 maggio 1973. Ora la Suora originaria di Morra de Sanctis sarà proclamata Beata a Napoli con grande gioia e felicità di tutta la Campania e l’Irpinia, ma anche e soprattutto della sua amata Morra de Santics.