DISTRETTI DELLA CULTURA E DEL TURISMO, LA PROVINCIA STRINGE I TEMPI

DISTRETTI DELLA CULTURA E DEL TURISMO, LA PROVINCIA STRINGE I TEMPI

4 Giugno 2020 0 Di La redazione

Il Presidente dell’ente Provincia Domenico Biancardi, i delegati Repole e Di Cecilia, il sindaco di Avellino Festa, i rappresentanti della fondazione Sistema Irpinia, a confronto, nell’ex Carcere borbonico, con gli amministratori dei comuni protagonisti dei futuri distretti culturali.

Sportelli pronti a partire, ma necessità di stringere i tempi nelle procedure, è stato il messaggio rivolto da Palazzo Caracciolo ai Consigli comunali affinchè procedano celermente con l’approvazione dei progetti e degli accordi.

«Distretti frutto di scelte strategiche e non politiche per creare delle reti produttive in termini di sviluppo culturale e turistico di tutto il territorio» ha ribadito Biancardi.
Le persone che animeranno i 25 info point cui afferiscono tutti i comuni saranno studenti lavoratori, al di sotto dei 30 anni, con attitudini comunicative distintisi sul territorio per competenze e formate attraverso un corso triennale dell’Università Vanvitelli di Caserta. «Abbiamo investito tanto in questo progetto di messa a sistema dell’Irpinia, non chiedeteci fondi per sagre», ha sottolineato Biancardi rivolgendosi agli amministratori locali.

L’obiettivo condiviso stamane è di arrivare al 30 giugno con la definizione degli accordi quadro tra i comuni.