Home / News / SE I SONDAGI BOCCIANO I “CENTO GIORNI”

SE I SONDAGI BOCCIANO I “CENTO GIORNI”

La Cartolina di Norbrto Vitale

La situazione è tragica, ma non è o non sarebbe seria. Sulla crisi al comune di Avellino, su Foti, Preziosi e i cento giorni, gli avellinesi si sintonizzano su Ennio Flaiano e non hanno tutti i torti. Non che i sondaggi rappresentino necessariamente il modo per incrociare a colpo sicuro la saggezza collettiva, (quando il popolo si esprime, prevalentemente sceglie Barabba, McLuhan ne temeva l’inconsistenza e per Ceronetti valgono quanto gli oroscopi), ma gli umori che emergono contengono grumi che i diretti interessati farebbero bene a prendere in considerazione. A cominciare da quello che spassionatamente spiattella la scarsissima considerazione nei confronti dei protagonisti principali che prevedibilmente è persino più ampia rispetto alle seconde e terze linee che da tre anni scombattono in consiglio comunale senza avere nel frattempo accocchiato gran che.

Non li prendono sul serio, questo è il succo degli umori di pancia e a gratis quanto si vuole, di cui dovrebbero, e dobbiamo, preoccuparci. Quando si rapprende la convinzione che non c’è niente da salvare, che nessuno meriti più un briciolo di fiducia, che lancia il tormentone del “con questi non c’è di che sperare”, si prepara il miglior terreno di coltura a nuove deprecabili avventure nelle quali, ancora Flaiano, prevale l’avventuroso cretino pieno di idee. Non vuol dire cambiare l’ordine, e le responsabilità, che devono distinguere la causa e l’effetto, ma questo avviene. La fragilità complessiva che accompagnerà i cento giorni di Foti, Preziosi, Ambrosone e di ciò che resta del gruppo consiliare del Pd, non autorizza certo grandi speranze. Salvare il salvabile è però meglio che perdere tutto. Il tentativo meriterà rispetto se saprà conquistarselo: già attenuare l’irrisione che oggi lo sottolinea, sarebbe un grande risultato.

Circa Vincenzo Di Micco

Vincenzo Di Micco

Vedi Anche

CARCERE, FATTORELLO (SAPPE): “AD AVELLINO TREND NAZIONALE, NOI ABBIAMO SEMPRE DENUNCIATO”

Sul futuro oltre le sbarre abbiamo ascoltato Emilio Fattorello, segretario regionale del Sappe  

STALLO CANDIDATURE, TRATTATIVE SUI COLLEGI ANCORA IN CORSO

Regna ancora incertezza nella definizione del puzzle tra uninominale e listini  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *