SINDACALE. SIT IN CISL IN REGIONE  PER I PRECARI DELLA SANITÀ DUE PULLMAN DA AVELLINO

SINDACALE. SIT IN CISL IN REGIONE PER I PRECARI DELLA SANITÀ DUE PULLMAN DA AVELLINO

15 Giugno 2021 0 Di Anna Guerriero

La funzione pubblica Cisl si ritrova a Napoli, presso la sede del Consiglio regionale, per un partecipato sit in di protesta. È la prima manifestazione di piazza post pandemia, attuata per richiamare l’attenzione sul tema sanità e precariato . Cori, balli e trombette per una protesta pacifica su temi delicati, circa 7000 in Campania i precari, compresi quelli assunti con il Covid e che a breve rischiano di ritrovarsi senza lavoro dopo essere stati utilizzati nella cosiddetta prima linea; al Moscati per 137 di loro è arrivato nei giorni scorsi un rinnovo ma solo fino a fine settembre , il tempo di utilizzarli per far fronte ai piani ferie e alle carenze di personale. La protesta di Napoli ha avuto però carattere nazionale, nel corso della mattinata c’è stato anche un minuto di raccoglimento per tutte le vittime della pandemia e per coloro che, nello svolgimento del proprio lavoro quotidiano, hanno messo a rischio la propria incolumità. “Precari non si nasce, è la politica che li genera”. Questo uno degli slogan più utilizzati per chiederle alla Regione i decreti attuativi alle stabilizzazioni e al prolungamento a 36 mesi dei contratti come promesso a dicembre. Messaggio chiaro a De Luca quindi . E se la regione dovesse passare la palla allora Stato sui fondi la protesta potrebbe spostarsi anche sul piano nazionale fanno sapere i vertici del sindacato . Da Avellino due pullman di precari che non hanno voluto far mancare la propria voce , oltre ai rappresentanti sindacali del comparto sanità coordinato dal segretario Fp Irpinia Sannio Antonio Santacroce