SCANDONE: TASSE GIOCATORI NON PAGATE, DE CESARE CHIEDE LO SCONTO

SCANDONE: TASSE GIOCATORI NON PAGATE, DE CESARE CHIEDE LO SCONTO

18 Novembre 2020 0 Di La redazione

Il legali di Gianandrea De Cesare hanno chiesto il patteggiamento per il mancato versamento della ritenuta d’acconto sugli stipendi dei cestisti della Scandone. I legali dell’ex patron della Sidigas hanno chiesto il pagamento di una multa da 30mila euro a fronte del mancato versamento delle imposte per un totale di 500mila euro. Il tutto è stato accertato dalla Guardia di Finanza che ha condotto l’indagine sulle finanze della società di distribuzione di gas.

Sulla vicenda il giudice si è riservato sul giudizio, rinviando tutto alla prossima settimana. Intanto, la giornata di ieri, ha visto i legali di De Cesare veder respinta la richiesta di rinvio dell’udienza dato che non sussistevano i presupposti per concederla.

Intanto il 9 novembre la Cassazione ha annullato l’ordinanza di rigetto dell’istanza di riduzione del sequestro preventivo. La corte d’Appello dovrà motivare il sequestro dei 97 milioni ma il passivo resta di 250 milioni di euro e i dipendenti sono sempre preoccupati del futuro.