Home / Attualità / SICUREZZA, EFFETTO TORINO: A RISCHIO GLI EVENTI IN IRPINIA

SICUREZZA, EFFETTO TORINO: A RISCHIO GLI EVENTI IN IRPINIA

Misure stringenti per le autorizzazioni. Il mancato rispetto farà scattare i divieti. A rischio manifestazioni estive entrate di diritto nel patrimonio della cultura locale.  I nuovi piani antipanico e antiterrorismo comunicati ai Prefetti dal capo della Polizia Gabrieli dopo i fatti di Torino producono i primi effetti. In Irpinia rinviata a data e luogo da destinarsi la festa dei giovani Live your life, in collaborazione con l’Asl, prevista per oggi nell’ambito della giornata di sensibilizzazione contro le  dipendenze giovanili (alcol, fumo, gioco). La prima, ma probabilmente non l’ultima messa a rischio dalle nuove direttive. La  normativa prevede che gli organizzatori debbano regolare e monitorare gli accessi, dove possibile, con tornelli d’ingresso e contatori numerici per non andare oltre la capienza autorizzata. Per garantire la sicurezza, inoltre, dovranno essere approntati piani di emergenza ed evacuazione, suddivisione in settori delle aree di affollamento con corridoi per interventi di pronto soccorso, e ancora un piano d’impiego a cura degli organizzatori con operatori appositamente formati; va prevista inoltre, a cura della componente dell’emergenza e urgenza sanitaria , un’adeguata assistenza sanitaria; la presenza di impianti di diffusione sonora e visiva per avvisi. Dallo Sponz Fest, al Ferragosto Avellinese, per citare le più note, passando per le mille iniziative tradizionali che animano i borghi d’Irpina soprattutto in estate. Eventi in sicurezza o niente più autorizzazioni.

 

Circa La redazione

La redazione

Vedi Anche

A SIPARI APERTI – FESTIVAL DI ALTRI MONDI SABATO CON “DENTRO LA TEMPESTA”

Sabato 21 ottobre 2017, ore 21.00, al Teatro Gesualdo di Avellino andrà in scena “Dentro ...

OGGI TORNA PAZZI DI B, ALLE 15 SU PRIMA TIVVU’ L’ANALISI DEL CAMPIONATO

Il campionato cadetto ha un padrone. Si tratta dell’Empoli, che dopo la vittoria nel posticipo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *