SHOPPING ONLINE: UN MERCATO DA TRILIONI DESTINATO A SALIRE

SHOPPING ONLINE: UN MERCATO DA TRILIONI DESTINATO A SALIRE

9 Marzo 2021 0 Di La redazione

Ormai i device sono quasi un’estensione del nostro corpo e la rete è entrata a pieno titolo nella nostra quotidianità. Sembra scontato elencare gli usi che ne facciamo dalla mail ai social, dallo streaming all’informazione, meno scontato invece è farsi un’idea dell’effettivo impatto sulla nostra vita e sull’economia globale.

Per fare questo come sempre bisogna affidarsi ai numeri, gli unici in grado di dare un quadro oggettivo dello stato dell’arte.

Partiamo quindi da una delle voci principali: lo shopping online.

  • Intanto chiariamo subito che non è detto che il prodotto che si cerca si acquisterà poi necessariamente online, tuttavia, il customer journey, come lo chiamano gli esperti di eCommerce, è comunque in rete che inizia. Perché la rete è la vetrina, è dove risiedono le informazioni principali come costo e caratteristiche del prodotto ed è anche il mezzo che ti fornisce l’indirizzo e, se l’esperienza d’acquisto vuole essere fisica, ti conduce al luogo.
  • Una ricerca pubblicata da Statista ci dice che nel 2020 le persone che hanno effettuato acquisti online hanno superato i due milioni. Ma non finisce qui, le proiezioni ci dicono che se nel 2020 gli utenti hanno speso 4,2 trilioni di dollari con il commercio al dettaglio online, nel 2023 si arriverà a superare i 6,5 trilioni di dollari.
  • Ma qual è il mezzo più usato per navigare? Qualche anno fa si sarebbe risposto senza esitazione il PC. Oggi il fisso e il portatile sono stati lungamente superati dagli smartphone. Nel 2021, l’e-commerce mobile potrebbe incassare circa 3,5 trilioni di dollari e quindi coprire quasi tre quarti (72,9 per cento) delle vendite di e-commerce
  • E qual è il metodo di pagamento di quello che possiamo definire a tutti gli effetti “the main market”, ovvero il mercato più vasto presente oggi? Se guardiamo in casa nostra, ovvero in Italia vediamo che le ricaricabili e la carta di credito vengono preferite dal 62% dei consumatori superando così Paypal, l’eWallet che invece viene maggiormente usato nel resto del mondo.
  • I consumatori e i prodotti. In questo caso è il risultato di una ricerca condotta da Salesforce a stupirci, dalla quale emerge che il 75% delle ricerche che vengono effettuate ogni mese sono tutte nuove e non sono mai state effettuate prima. Un dato che la dice lunga sulla “creazione di bisogni”. Vediamo però nel dettaglio di che si tratta: ovviamente prodotti di consumo, tecnologia e intrattenimento. Ma se i primi li conosciamo bene, quando si parla di intrattenimento forse scopriamo qualche sorpresa: gli ultimi anni hanno visto l’ascesa delle nuove piattaforme, quelle dedicate allo streaming e all’on demand. Dalla regina delle serie Netflix agli ultimi colossi sbarcati sul web come Disney Plus. Ma intrattenimento è anche gioco e il gaming mai come oggi sta conoscendo una nuova epoca: ormai online sono disponibili svariate tipologie di gioco tanto che anche i grandi produttori di game si stanno progressivamente spostando su cloud e adattando gli smartphone a joystick. Anche i giochi di fortuna sono tra quelli molto gettonati e vedono in pole position i casino online e le slot digitali, insieme ai live streaming per giocare da remoto.

 

Ecco uno specchio aggiornato che riassume numeri, usi e prodotti favoriti dal consumatore in era digitale.