CALITRI SOTTO SHOCK. A DISTANZA DI 6 MESI MUORE BIMBO DI 7 ANNI DOPO INCIDENTE STRADALE

CALITRI SOTTO SHOCK. A DISTANZA DI 6 MESI MUORE BIMBO DI 7 ANNI DOPO INCIDENTE STRADALE

12 Luglio 2018 0 Di La redazione

Con il padre e lo zio si stavano recando da Calitri a prendere un parente alla stazione ferroviaria di Foggia per i funerali della nonna, quando l’auto è impazzita ed è finita fuori strada. Entrambi gli adulti riportarono gravissime ferite ma se la cavarono. Questa notte invece il bimbo, che al momento dell’incidente aveva riportato solo una frattura del femore, è spirato al Santobono di Napoli dopo un’improvvisa infenzione. Comunità irpina sotto shock

Si chiamava Ivan ed era di Calitri il bimbo che questa notte è spirato al Santobono di Napoli a seguito di un’improvvisa infezione dovuta alle ferite riportate in un incidente stradale.

LA RICOSTRUZIONE

In un freddo giorno di fine Gennaio si stava recando con il padre e lo zio alla stazione ferroviaria di Foggia a prendere un parente per il funerale dell’anziana nonna, quando l’auto del genitore sbandò ed uscì fuori strada in una curva.I soccorsi giunsero subito sul posto. Sin da subito sembrarono molto più gravi le condizioni del genitore e dello zio che, a seguito dell’impatto, riportarono gravissime ferite, mentre il bimbo solo una frattura del femore.

Il papà dopo numerose operazioni, ha riportato gravi invalidità, mentre lo zio è rimasto paralizzato per sempre.

IL DECESSO

Ivan era ricoverato al Santobono di Napoli per una frattura del femore che lo teneva costretto in ospedale da mesi.Ma all’improvviso, negli ultimi 4 giorni,  le condizioni del piccolo sono peggiorate. I medici hanno fatto di tutto per strapparlo alla morte, ma a seguito di una forte infezione il bimbo non ce l’ha fatta ed è spirato questa notte presso il nosocomio pediatrico partenopeo.

A CALITRI

Una famiglia distrutta ed una comunità, quella di Calitri, a pezzi e ancora sotto shock. La notizia di pochi minuti fa ha fatto cadere il silenzio in paese. Solo l’Assessore alle Politiche sociali del comune altirpino Michele Fiordellisi, raggiunto dal nostro Michele Miele, ha voluto spendere parole di conforto per i parenti, ma ancora molto toccato ha detto:“siamo vicini alla famiglia, una tragedia che ci tocca il cuore perchè vede la fine di una giovane vita, non doveva succedere, siamo ancora increduli”.