SGARBI A MONTEVERGINE: «QUELLA MADONNA UNA RIVELAZIONE» . FOTO E VIDEO

SGARBI A MONTEVERGINE: «QUELLA MADONNA UNA RIVELAZIONE» . FOTO E VIDEO

16 Febbraio 2020 0 Di Vincenzo Di Micco

 «Alla Madonna non chiedo niente ma mi aspetto tutto», intervista al critico d’arte in visita a Mercogliano (Av) su invito del sindaco Vittorio D’Alessio. Il professore cita Dante, visita il museo abbaziale, guida la funicolare e infine incontra don Vitaliano Della Sala per scoprire chiese, dipinti e catacombe di Capocastello.

Non manca una stoccatina al Governo.

Domani lo speciale sul Canale 90

L’INTERVISTA A TELENOSTRA-PRIMA TIVVU’

Sgarbi a Montevergine: «Alla Madonna non chiedo niente ma mi aspetto tutto»

«Alla Madonna non chiedo niente ma mi aspetto tutto», intervista al critico d'arte in visita a Mercogliano (Av) su invito del sindaco Vittorio D'Alessio. Il professore cita Dante, visita il museo abbaziale, guida la funicolare e infine incontra don Vitaliano Della Sala per scoprire chiese, dipinti e catacombe di Capocastello. Non manca una stoccatina al Governo. Domani lo speciale sul Canale 90

Pubblicato da Telenostra Avellino su Domenica 16 febbraio 2020

 

LA SODDISFAZIONE DEL SINDACO VITTORIO D’ALESSIO: «LA VISITA DEL PROFESSORE E’ SOLO IL PROSIEGUO DI UN PERCORSO AVVIATO PER MOSTRARE AL MONDO MERCOGLIANO, PERLA DELL’IRPINIA»

 

VITTORIO SGARBI ACCOMPAGNATO DAL SINDACO D’ALESSIO E DAL DIRETTORE DELLA FUNICOLARE, L’INGEGNER CARMINE ALVINO, SALE SUL MONTE PARTENIO. PRIMA DEL SANTUARIO VISITERA’ LA SALA DEGLI INGRANAGGI DELLO STORICO COLLEGAMENTO TRA VALLE E MONTE

 

IN VETTA AL SANTUARIO SELFIE E L’INCONTRO CON I COMMERCIANTI: “SGARBI, OGNI VOLTA CHE TORNI A MONTEVERGINE 20 ANNI IN PIU’ DI VITA ”

Mercogliano. O 'zingariello, storico commerciante, a Sgarbi in visita al Santuario dice : "ogni giorno passato a Montevergine 20 anni in più di vita"

Pubblicato da Telenostra Avellino su Domenica 16 febbraio 2020

 

NEL MUSEO ABBAZZIALE DI MONTEVERGINE SGARBI ALLA SCOPERTA DEI TESORI AVELLINESI, AD ACCOMPAGNARLO IL DOTTOR EMANUELE MOLLICA SEGRETARIO DELLA CURIA BENEDETTINA . INSIEME AL SINDACO DIVERSI ESPONENTI DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

 

VITTORIO SGARBI FIRMA IL REGISTRO DEI VISITATORI NELLA SALA CHE OSPITO’ , IN GRAN SEGRETO, LA SINDONE A MONTEVERGINE

 

SI SCENDE VERSO IL BORGO DI CAPOCASTELLO

Sgarbi a Montevergine

Sgarbi in cabina di guida #funicolare #montevergine

Pubblicato da Telenostra Avellino su Domenica 16 febbraio 2020

 

DON VITALIANO DELLA SALA APRE LE PORTE DELLE CHIESE DEL BORGO E MOSTRA I TESORI: SOLIMENA O NON SOLIMENA? QUESTO E’ IL DILEMMA…

SGARBI DOVREBBE ANDAR VIA MA CHIEDE DI VISITARE ANCORA UNA CHIESA. VIENE ACCONTENTATO. QUI NELLE CATACOMBE INSIEME A DON VITALIANO CHE DENUNCERA’: “O SEI POMPEI IN ITALIA O DAL PUNTO DI VISTA DELLA CURA DELL’ARTE PUOI AMMAZZARTI'”. DAL PARROCO ANCHE LA PROVOCAZIONE: “POTREI VENDERMI TUTTO E NESSUNO SE NE ACCORGEREBBE. SERVONO CATALOGAZIONI DEI BENI E LORO PROMOZIONE”. SGARBI: “HAI RAGIONE. E’ COSI’ CHE SI FA IL PARROCO. QUESTA E’ UNA LEGGE GIUSTA DA SCRIVERE IN PARLAMENTO. CI RIVEDIAMO PRESTO”

Sgarbi alla scoperta di Mercogliano su invito del sindaco D'Alessio

Sgarbi a Capocastello. Don Vitaliano della Sala : " in Italia o sei Pompei o é meglio che ti ammazzi" .

Pubblicato da Telenostra Avellino su Domenica 16 febbraio 2020

 

 

 

 

DOPO MERCOGLIANO SGARBI HA FATTO TAPPA A SERINO

Gran parte della visita è stata dedicata alla frazione Canale, paese natale del celebre artista Francesco Solimena. Sgarbi a proseguito visitando la Chiesa di San Lorenzo e l’oratorio Pelosi. Poi il passaggio presso altre chiese di altre frazioni: Fontanelle, S. Sossio, S. Biagio e Sala che custodiscono opere originali e intatte di altri artisti famosi.

«La visita di Sgarbi rappresenta un’importante verità. Il nostro borgo, le nostre chiese, le nostre frazioni nascondono un patrimonio inestimabile ed è stato nostro motivo di orgoglio poter notare la curiosità e l’ammirazione delle nsotre opere da parte di un critico d’arte di fama internazionale», così il primo cittadino serinese Vito Pelosi.
«Per noi Serinesi è stato motivo di orgoglio averlo ospitato perché è uno dei migliori storici e critici d’arte. Chi meglio di lui può aiutarci a far conoscere Serino oltre i confini. L’arte è patrimonio della nostra realtà, è protagonista della nostra vita e non deve rimanere confinata nel nostro piccolo territorio. Solo così si potrà favorire un maggior flusso turistico, che non farà altro che portare beneficio alla nostra comunità e in particolare a tutte quelle attività commerciali presenti sul territorio».