SERIE B, TANTE VITTORIE ESTERNE. FROSINONE E PALERMO PARI E VETTA SOLITARIA

14 ottobre 2017 0 Di Leonardo D'Avenia

In attesa del derby tra Avellino e Salernitana, il campionato di Serie B ha già regalato tante emozioni. Incredibilmente però zero sono le emozioni che ha regalato il big match tra Frosinone e Palermo che si è chiuso con uno scialbo 0-0, che non accontenta nessuno, anche se rimangono ancora appaiate in cima alla classifica a quota 15 punti. Molte più emozioni sono arrivate dagli altri campi: su tutti il “Del Duca” di Ascoli teatro del pirotecnico 3-3 tra i padroni di casa ed il Venezia, che ha accarezzato il sogno di chiudere la giornata in vetta alla classifica. La squadra di Pippo Inzaghi dopo aver chiuso in vantaggio 1-0 il primo tempo, nella ripresa ha dovuto rincorre un redivivo Ascoli, che ha riabbracciato il suo bomber Favilli, ancora a secco in questa stagione e oggi autore di una doppietta. In extremis ha centrato un’importantissima e soffertissime vittoria Attilio Tesser, che in 9 uomini grazie ad una rete all’ultimo respiro con la sua Cremonese ha espugnato 2-1 il campo dell’ostico Cittadella. Inizia male invece l’avventura di Pasquale Marino sulla panchina del Brescia: le rondinelle infatti perdono in casa 1-0 con il Novara, che deve ringraziare Di Mariano che assesta il colpo del ko. Colpo esterno anche del Pescara di Zeman che espugna nell’altro big match di giornata il Tardini di Parma con un gol di Brugman a cinque minuti dal triplice fischio. Nella giornata della vittorie in trasferta a festeggiare tra le mura amiche sono il Carpi che batte 2-1 il Cesena del grande ex Castori e la Ternana che dopo essere andata sotto di 2 reti con lo Spezia recupera e vince 4-2. In pieno recupero infine la Pro Vercelli agguanta il pareggio contro il Bari: la squadra di Grosso dapprima va sotto, poi nel secondo tempo una doppietta di Galano ha illuso di poter centrare la prima vittoria esterna, ma al quinto minuto di recupero Morra regala il pari ai suoi. In attesa delle gare di domani la classifica non è mutata di tanto, con Empoli ed Avellino che possono davvero approfittarne.