SEI UOMINI PER DUE POSTI, BRAGLIA E IL CENTROCAMPO “RICCO”

SEI UOMINI PER DUE POSTI, BRAGLIA E IL CENTROCAMPO “RICCO”

25 Novembre 2021 0 Di Pellegrino Marciano

Viva viva l’abbondanza, con un Avellino che nella passata stagione ha sofferto e non poco gli infortuni ma soprattutto il Covid, che ha falcidiato la rosa ritrovandosi a giocare con Fella centrocampista. Insomma, nella passata stagione è successo di tutto di questi periodi e il ds Di Somma è corso ai ripari, almeno dal punto di vista numerico. Oggi l’Avellino ha tante alternative e in caso di ko può sopperire tranquillamente alle assenze. Ma il nuovo modulo, quello sognato da mister Braglia già dall’estate, ovvero il 4-2-3-1 con tutti gli effettivi del centrocampo diventa ricco, ricchissimo di alternative. Si parte dai titolarissimi Aloi e D’Angelo che nelle gerarchie sembrano avere qualche punticino in più. Non è da trascurare però Alberto De Francesco, per tanto tempo sul mercato salvo poi essere tra i migliori all’inizio della stagione. Ci sarebbe, inoltre, Antonio Matera che a Messina ha molto ben figurato sfruttando a pieno la prima chance da titolare concessagli dal tecnico biancoverde. Chi sta avendo meno spazio, come ha ammesso lo stesso Braglia è Alessandro Mastalli. Arrivato come primo colpo di mercato e come grande nome per la mediana, non è riuscito ancora ad integrarsi nei meccanismi biancoverdi. Spesso fuori ruolo, non ha ancora lasciato il segno, e sabato scorso contro il Picerno ha avuto l’occasionissima per cambiare le sue sorti in terra irpina. Purtrppo per lui il suo colpo di testa è finito fuori. In ultimo, ma non per importanza, c’è Carriero. La ruspa è rientrata dall’infortunio e quando sarà al top della condizione sarà difficile lasciarlo fuori. Sono, dunque, sei gli uomini per due posti. Nel mercato di gennaio probabilmente qualche riflessione sarà fatta anche in questo senso.