“SE NON TI PORTO NON PARTO”, POLIZIA IN CAMPO CONTRO L’ABBANDONO DI ANIMALI

“SE NON TI PORTO NON PARTO”, POLIZIA IN CAMPO CONTRO L’ABBANDONO DI ANIMALI

12 Agosto 2020 0 Di La redazione

La Polizia di Stato, da sempre sensibile a certi fenomeni, anche quest’anno, attraverso uno spot, richiama l’attenzione dei cittadini sul fenomeno dell’abbandono degli animali che, soprattutto durante la stagione estiva, complici le vacanze con le partenze, registra un aumento esponenziale.

L’Agente cinofilo Giuseppe e il suo “collega” e amico Gino, quest’anno, sono i protagonisti della nuova Campagna antiabbandono.

Educare i proprietari di animali ad un “possesso responsabile”, è l’obiettivo della campagna spiegando che l’abbandono è un reato e che un animale vagante, oltre ad essere condannato ad una morte certa, è pericoloso sulle strade perché può provocare anche gravi incidenti.

E quindi, basta un semplice e doveroso gesto d’amore: non abbandonare i propri animali ma portarli con sé oppure cercare soluzioni possibili per lasciarli in sicurezza così come viene consigliato da Giuseppe.

Per chi decide di partire con il proprio amico è utile conoscere anche le indicazioni della Polizia stradale sul trasporto degli animali: per una guida sicura gli animali domestici devono viaggiare in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore sempre con una barriera divisoria che li separi dalla parte anteriore dell’abitacolo.  Durante il viaggio è importante fermarsi per una  sosta per permettere al nostro amico di sgranchirsi un po’ed idratarsi.

Ecco alcuni utili e pratici consigli per aiutare i nostri animali a combattere il caldo:

  • Non lasciarlo mai da solo in auto. Il caldo potrebbe essere letale.
  • Garantirgli sempre acqua fresca disponibile e zone d’ombra dove ripararsi. Evitare di portarlo a passeggio nelle ore più calde.
  • Se il nostro amico è ansimante o addirittura barcolla è fondamentale rinfrescalo con acqua e portalo all’ombra. Potrebbero essere i sintomi di un colpo di calore. Nel dubbio contattare subito un veterinario.
  • In spiaggia, poi, è importante pulirlo da sabbia e acqua salata, che potrebbero causargli irritazioni.