SCRITTA MINACCIOSA SUL MURO DELL’ORATORIO MARTIRI AD ARIANO

26 luglio 2017 0 Di Monica De Benedetto

Brutta sorpresa questa mattina per Don Costantino Pratola e per i ragazzi dell’Oratorio di Santa Maria dei Martiri ad Ariano. Una scritta minacciosa in napoletano sulla volontà di qualcuno di riappropriarsi di ciò che è suo, la citazione, probabilmente, di una frase del film “Gomorra”: Mo ce ripigliamo tutto chell’ che è o nuost”. Ignoti l’hanno impressa questa notte sulle scale dell’Oratorio che portano al campo di calcetto, proprio accanto alla chiesa. Don Costantino attribuisce tutto ad una bravata. Secondo qualche cittadino però la scritta non va sottovalutata, potrebbe anche essere una forma di minaccia, non a caso indaga la polizia.