UNA SCANDONE QUASI PERFETTA FERMA LA CAPOLISTA MILANO

31 gennaio 2017 0 Di Anna Guerriero

Prima vittoria nel girone di ritorno per la Scandone Avellino. Con una partita ai limiti della perfezione, i biancoverdi battono la capolista EA7 Milano con il punteggio di 80-68. La squadra di Sacripanti mette il cuore oltre l’ostacolo e grazie ad una difesa super, supera batte il team di Repesa. Con l’assenza di Cusin e un Ragland a mezzo servizio, che nonostante i fastidi ad una spalla, è autore di una prova superlativa, tutti i componenti del roster irpino danno qualcosa in più, da sottolineare le prove di Obasohan autore di 14 punti e Fesenko che mette a referto 20 punti catturando 11 rimbalzi. Avellino parte forte su entrambi i lati del campo. Milano risponde subito con McLean e Cinciarini, per i biancoverdi sono sempre Thomas e Fesenko a mettere in difficoltà i meneghini, e con l’apporto di un Ragland apparentemente a mezzo servizio chiude un primo quarto perfetto in vantaggio di 15 (30-15). Nel secondo periodo Milano prova a rifarsi sotto con Pascolo, Raduljica e Kalnietis. La Scandone risponde con Randolph, Ragland e Fesenko e resta a distanza di sicurezza. Ma un mini parziale di Simon e McLean riporta Milano sotto costringendo coach Sacripanti a chiamare time out sul 38-33. Al ritorno sul parquet, Avellino ricomincia a difendere mentre in attacco Ragland dà la scossa. Dando una grossa mano ai suoi che riescono a chiudere il quarto avanti di 11. Al ritorno dall’intervallo lungo, Milano vuole subito diminuire lo svantaggio. Ed inizia un lungo tira e molla tra le due squadre con Fesenko che entra prepotentemente in partita, alla fine saranno 20 i punti messi a referto, ma anche Obasohan inizia ad infilare le triple giuste con la gara che si mette sui binari giusti, e con la spinta di un PaladelMAuro semplicemente straordinario la Scandone porta a casa una vittoria prestigiosa ma soprattutto importante per la classifica.