PALLACANESTRO AVELLINO E SCANDONE: DESTINO LEGATO AL CONSIGLIO FEDERALE

PALLACANESTRO AVELLINO E SCANDONE: DESTINO LEGATO AL CONSIGLIO FEDERALE

6 Agosto 2020 0 Di Michelangelo Freda

Questo pomeriggio si svolgerà nel Salone d’Onore del Coni, il Consiglio Federale della Federazione Italiana di Pallacanestro convocata dal presidente Giovanni Petrucci. Nell’incontro si determinerà l’iscrizione ai prossimi campionati e i relativi ripescaggi dopo l’esito dei controlli Comtec.

La Pallacanestro Avellino attende la risposta dalla Fip per la possibile ammissione al campionato di Serie A2 nonostante si tratti di una società neo costituita. In effetti, la wild card, potrebbe arrivare in Irpinia su spinta dello stesso presidente Petrucci che vedrebbe nella società irpina una sorta di garanzia economica per la ripresa del basket italiano. La domanda presentata da Salerno, per l’ammissione in A2, presenterebbe già delle lacune relative all’utilizzo del palazzetto dello sport cittadino, considerato non idoneo per la categoria. Il regolamento,  in merito all’utilizzo, degli impianti sportivi, non consentirebbe al club salernitano di poter richiedere l’utilizzo di una struttura al di fuori del comune dove ha sede la società.

Intanto la Scandone vive giorni difficile data la complicata situazione del club. Il mercato è bloccato in attesa della risoluzione dei lodi e al tempo stesso si lavora per poter scindere la mole debitoria e i lodi dall’attuale società. Una possibilità remota, che la società prova ad inseguire da un anno con scarsi risultati. Il destino della storica squadra di basket cittadino è legata alla Sidigas, società madre, attualmente sotto i riflettori della procura del tribunale di Avellino.