SCANDONE, TEMPO FINO AL 20 AGOSTO PER RISTRUTTURARE IL DEBITO. LA PROCURA OTTIENE NUOVI SEQUESTRI

SCANDONE, TEMPO FINO AL 20 AGOSTO PER RISTRUTTURARE IL DEBITO. LA PROCURA OTTIENE NUOVI SEQUESTRI

22 Giugno 2021 0 Di Michelangelo Freda

Sarà un’estate calda per il futuro della Scandone. Nella giornata di ieri è arrivato l’ok alla proroga del concordato in bianco richiesto dai legali della squadra di basket che avranno tempo fino al 20 agosto per presentare gli incartamenti necessari per assicurare la sopravvivenza del club. I legali dovranno presentare un piano di ristrutturazione del debito dettagliato con le dovute garanzie economiche tali da soddisfare le esigenze dei creditori e degli inquirenti.

Al tempo stesso, è bene sottolineare, che il Riesame, nelle scorse settimane, aveva ottenuto il dissequestro delle quote della Cooperativa Guarracini, riconducibile alla moglie di Gianandrea De Cesare, Mariagiada Sorrentino, che in un primo momento furono sequestrate in quanto, stando alla Procura, erano riconducibili direttamente all’ex patron della Sidigas. Al Riesame, la difesa, aveva ottenuto il dissequestro delle quote, ma stando a quanto riportato da ilCiriaco.it, la stessa Procura avrebbe ottenuto nuovamente il sequestro delle quote della Cooperativa Guarracini ma solo per le le parti riconducibili alla coniuge di De Cesare. Si attendono conferme dal tribunale del capoluogo irpino in merito agli eventuali nuovi sequestri.

Intanto, in questa settimana c’è attesa per giovedì 24 giugno, giorno in cui l’assemblea dei soci si riunirà per discutere della posizione di Luciano Basile e della sua eventuale rimozione da liquidatore della società biancoverde. Una situazione molto particolare che vede in discussione il ruolo del liquidatore irpino. Al suo posto potrebbe esser messa una nuova figura che potrebbe decidere anzitempo il destino della Scandone.