SCANDALO ASL, CITTADINANZATTIVA: DE LUCA E POLIMENI INTERVENGANO

16 marzo 2016 0 Di Vincenzo Di Micco

La richiesta di Cittadinanzattiva di verifiche sui sistemi di controllo e gestione del personale

Sullo scandalo Asl interviene anche Cittadinanzattiva. “Si è di fronte ad un fenomeno- sistema criminoso che non può non   imporre un approfondimento anche sulle responsabilità sulla vigilanza e controllo della gestione ed impiego del personale da parte dei vertici  dell’Azienda stessa”. E’ quanto si legge in una nota stampa diramata dall’Assemblea Territoriale Bassa Irpinia Montefalcione.  “Oltre all’ipotizzata truffa e quindi al danno prodotto al Servizio sanitario nazionale – scrive ancora la referente Angela Marcarelli – non deve essere  assolutamente sottovalutato il fenomeno accertato rispetto alla ricaduta negativa avuta sulla fruibilità  e sull’accesso all’assistenza sanitaria e i servizi”. Pertanto, l’associazione chiede al Presidente della giunta regionale De Luca ed al Commissario della Sanità Campana Polimeni di verificare il sistema di  gestione e controllo posto in essere dall’Asl. La missiva è stata inoltrata per conoscenza anche al Prefetto di Avellino.

Le reazioni del sindacato

Unica ad esprimersi ufficilamente, per ora, è la Funzione Pubblica CGIL che attraverso una nota stampa condanna i comportamenti dei dipendenti indagati che ledono anche la dignità degli onesti lavoratori, auspica rapida e profonda azione della Magistratura per ridare decoro Asl di Avellino e precisa che – laddove dall’inchiesta dovessero risultare coinvolti lavoratori iscritti alla Federazione di Avellino – “si procederà ad immediata sospensione dal tesseramento”.