SANITÀ. PRIORITÀ A RISCRIVERE GLI ATTI AZIENDALI,  CITTADINANZATTIVA SCRIVE AI SINDACI

SANITÀ. PRIORITÀ A RISCRIVERE GLI ATTI AZIENDALI, CITTADINANZATTIVA SCRIVE AI SINDACI

19 Febbraio 2021 0 Di La redazione

Alla vigilia della Conferenza dei Sindaci Asl,  Cittadinanzattiva fa appello affinchè venga data priorità alla programmazione dei servizi con l’adizione dei Piani di Attività Territoriali (PAT) dei Distretti Sanitari e al rinnovo degli atti Aziendali di Asl e Moscati

In una missiva, indrizzata al Sindaco di Solofra e per conoscenza ai manager ospedalieri, al Prefetto, e al Sindaco di Avellino, la rete Tribunale diritti del malato richiama l’attenzione sulla necessità di riprogrammare i servizi sanitari sul territorio.

 

Egregio Signor Sindaco,

Le scrivo in quanto seguo con attenzione il suo forte interessamento ed impegno, posto in essere anche in collaborazione con altri suoi colleghi dell’ambito del Comitato dei Sindaci del Distretto Sanitario dei comuni di appartenenza, al fine di implementare il Presidio Ospedaliero locale dopo l’accorpamento all’Azienda Ospedaliera Moscati risalente al 2018. Tutti le riconoscono, a seguito dell’accorpamento del P.O. di Solofra, la medesima attenzione posta in essere per implementare i servizi territoriali nell’ambito dello stesso Distretto Sanitario anche attraverso mirate proposte deliberate in modo congiunto dai rispettivi consigli comunali.

Tuttavia a causa delle priorità dettate dalle inderogabili esigenze per far fronte alle problematiche legate alla pandemia generata dal Covid-19 le istituzioni sanitarie non risultano avere potuto rispondere a pieno alle citate sollecitazioni.

Per quanto sopra ed essendo l’ASL in una fase di programmazione e riprogrammazione dell’attività sanitaria, in ambito di tutta la nostra provincia, anche rispetto a quanto rinviato per il persistente stato di emergenza Covid-19, come si può riscontrare dal Piano della Performance triennio 2021-2023 approvato con deliberazione n.145 del 31.1.2021 in pubblicazione sul sito istituzionale, le chiedo di valutare la possibilità di portare in sede di riunione prevista per il 20.2.2021 della Conferenza dei Sindaci dell’ASL di Avellino i due temi indicati in oggetto per sollecitarne l’urgente trattazione: l’adozione/riedizione del nuovo atto aziendale e l’adozione dei Piani delle Attività dei Distretti Sanitari aggiornati ( quelli attuali potrebbero essere riferiti all’anno 2017 anche se non possiamo riscontrarlo con certezza perché non sono pubblicati sul sito) per i quali lo stesso Direttore Generale risulta essersi esplicitamente impegnato nel citato Piano della Performance.

E’ superfluo soggiungere che la programmazione e quindi la corretta attuazione dei servizi sanitari e socio-sanitari, per il prossimo triennio, passa attraverso l’imprescindibile offerta trascritta in dettaglio nei Piani di Attività Territoriali (PAT) dei Distretti Sanitari e Piani di Zona nell’ambito dei comuni di riferimento e nell’atto aziendale redatto dall’ASL di Avellino per l’intero territorio provinciale, documenti questi nei quali i Comitati dei Sindaci afferenti ai rispettivi Distretti Sanitari e la Conferenza dei Sindaci, quale organismo rappresentativo delle autonomie locali in seno all’ASL ed all’Azienda Ospedaliera Moscati di Avellino hanno rispettivamente ruoli e compiti importanti di concorso nell’attività di programmazione e di autonomo controllo dei risultati che se puntualmente esercitati anche con il minimo rigore dovrebbero rassicurare tutti sull’offerta, in ambito del nostro territorio provinciale, del miglior servizio sanitario e socio sanitario che si può assicurare al cittadino utente/paziente che come sottolinea il Presidente della Regione Campania deve essere sempre al centro dell’attenzione anche nel pensiero quotidiano di tutti gli operatori del settore sanitario.

La ringrazio per la sua attenzione e del suo impegno nella speranza che la mia richiesta sia accolta.

Angela Marcarelli –  Coordinatore Cittadinanzattiva Bassa Irpinia