SAN VALENTINO? IL SINDACO SI OFFRE COME BABY SITTER…

SAN VALENTINO? IL SINDACO SI OFFRE COME BABY SITTER…

13 Febbraio 2020 0 Di La redazione

Festeggiare San Valentino con la persona che si ama, mentre i figli saranno accuditi da un baby-sitter d’eccezione, il sindaco della citta’. E’ l’iniziativa di Giuseppe Lanzara, primo cittadino di Pontecagnano Faiano, nel Salernitano, che, per la festa degli innamorati, lascia la fascia tricolore per indossare gli abiti della tata. ‘San Valentino in love’, si chiama cosi’ l’idea di Lanzara rivolta alle coppie perche’ promuovano l’amore concedendosi una serata romantica e “io pensero’ ai vostri bambini”. Il Comune – riporta l’agenzia AGI – , dalle 20 di domani, apre le porte del palazzetto dello sport di localita’ Sant’Antonio che diventa un parco giochi con animazione, burattini e gonfiabili.

“L’amore, per me, e’ universale. Senza differenze di razza, di sesso, di religione”, sottolinea il sindaco, eletto tra le fila del Partito Democratico, spiegando che, quest’anno, “abbiamo pensato di concedere a tutti i bambini le stesse possibilita’ e, percio’, avremo l’opportunita’ di accogliere bambini con disabilita’ che avranno a disposizione assistenza specializzata e potranno giocare liberamente insieme a tutti gli altri”.

Per il primo cittadino si tratta di “un gesto semplice ed emblematico” con il quale si intende “comunicare alla citta’ la nostra volonta’ di essere vicini alle persone in modo concreto, senza delegare ad altri impegni o responsabilita’”. In piu’, l’invito ai genitori a “scegliere uno dei locali d’eccellenza della nostra citta’” per valorizzare le attivita’ commerciali del territorio. A Salerno, invece, dalle 12, l’accademia internazionale d’arte e cultura ‘Alfonso Grassi’ organizza un pranzo speciale per gli ospiti della mensa dei poveri ‘San Francesco’ gestita dalla Caritas.

Agli indigenti, infatti, sara’ offerto il pasto dei giorni speciali perche’ anche loro possano sentirsi. Un progetto realizzato “con i contributi raccolti durante gli ultimi eventi promossi dall’accademia”, spiega la direttrice, Raffaella Grassi annunciando che, “per l’occasione, soci, artisti, poeti, cantanti, musicisti, offriranno anche un momento conviviale agli ospiti della mensa solidale”. 

Foto: La Repubblica – Napoli