SAN TOMMASO INGUARDABILE: IL MESSINA VINCE 3-0 IN DIECI UOMINI

SAN TOMMASO INGUARDABILE: IL MESSINA VINCE 3-0 IN DIECI UOMINI

1 Dicembre 2019 0 Di Leonardo D'Avenia

 

Il San Tommaso torna in campo al “Fina” dopo la batosta di Licata. Avversario di giornata il Messina. Assente Gambuzza, mister Liquidato si affida al giovane classe 2001 Tizio. In attacco nuova changes per Branicki. I padroni di casa partono bene e al 10′ vanno vicini al vantaggio con Tedesco che liberato in area calcia però alto. A passare però 5 minuti dopo è il Messina: clamoroso errore proprio del giovane Tizio che sbaglia un passaggio facile aprendo la strada a Carbonaro che a tu per tu con Pezzella non sbaglia. Il San Tommaso risponde con una bella azione sulla sinistra con l’asse Branicki-Alleruzzo: il numero 7 dei grifoni mette in mezzo sul secondo palo arriva Varricchio che tira ma la difesa ospite respinge. Poco prima della mezz’ora il Messina rimane in 10: Fissore colpisce con un pugno Tedesco, il signor Iacobellis gli mostra il rosso. Gli ospiti non si demoralizzano e complici alcuni disimpegni sbagliati del San Tommaso vanno alla conclusione con Coria ma è imprecisa. Il primo tempo, nonostante la superiorità nel possesso del San Tommaso, termina senza altre emozioni. Il secondo tempo si apre con il Messina pericoloso: cross basso dalla destra, Pezzella smanaccia la sfera che rimane nella disponibilità di Carbonaro che viene anticipato dalla difesa. Il San Tommaso non c’è e il Messina in inferiorità numerica trova il raddoppio: Bevis è il più lesto in area a fiondarsi su un pallone respinto in due occasioni da Pezzella e insacca. L’unico sussulto del San Tommaso ad un quarto d’ora dal termine con un tiro dalla distanza di Colarusso che si spegne sul fondo. Liquidato, fortemente contestato in tribuna, butta nella mischia anche Boubacar e Sabatino per Tizio e Maranzino: San Tommaso a trazione offensiva. I grifoni riescono anche a trovare il gol con Alleruzzo, annullato per fuorigioco. Oramai non c’è più partita con il Messina che trova addirittura il terzo gol con Pini che approfitta dell’ennesimo errore di Camara che gli regala il pallone lasciando il numero 46 a tu per tu con Pezzella che ancora una volta deve arrendersi. La partita finisce con i fischi della tribuna per un San Tommaso inguardabile. A fine gara poi duro faccia a faccia tra mister Liquidato e qualche tifoso che lo contestava, toni alti e qualche parola di troppo, con il tecnico che lamenta il mancato pagamento degli stipendi da 5 mesi. Per il San Tommaso è un periodo nerissimo. Vedremo quali saranno le contromosse che vorrà adottare la società dopo questa brutta domenica.