SALERNO, STOP AI COLLOQUI IN CARCERE: 200 DETENUTI IN RIVOLTA

SALERNO, STOP AI COLLOQUI IN CARCERE: 200 DETENUTI IN RIVOLTA

7 Marzo 2020 0 Di La redazione

Da qualche ora è in atto nella casa circondariale di Salerno una rivolta violenta da parte di circa 200 detenuti della prima sezione.
I detenuti prendendo a pretesto la chiusura dei colloqui fino al 31 maggio disposta con ultimo decreto del CdM hanno messo a ferro e fuoco l’istituto.

Armati dei ferri delle brande hanno distrutto tutto quello che c’era a portata di mano.
Hanno divelto perfino le inferriate dei finestroni e sono riusciti a salire sui tetti; insomma una completa devastazione, inaudita per il momento che si vive.
Sono giunti rinforzi di Polizia Penitenziaria dalla Regione, le altre FF. OO. hanno circondato l”istituto. Il direttore e il comandante ha tentato una trattativa ma è stato allontanato con il getto degli idranti in possesso dei rivoltosi.
Gli uomini del Corpo in stato in antisommossa aspettano l’ordine di intervenire. Sul posto è presente il Provveditore ed altre Autorità preposte all’Ordine Pubblico. L’Istituto viene presidiato dall’alto da un elicottero dei Carabinieri.
“Purtroppo questa rivolta – afferma il SAPPE –  è stata da noi annunciata. Attraverso numerose denunce abbiamo parlato di un carcere oramai in mano ai detenuti e questo atto violento ne è la conferma”.