ELEZIONI REGIONI CAMPANIA DEL 20-21 SETTEMBRE, 8 CANDIDATI ALLA PRESIDENZA

ELEZIONI REGIONI CAMPANIA DEL 20-21 SETTEMBRE, 8 CANDIDATI ALLA PRESIDENZA

22 Agosto 2020 0 Di La redazione

Ben otto candidati alla carica di Presidente della giunta regionale della Campania, ecco tutti i nomi e le liste della contesa in programma il 20 e il 21 settembre insieme ad elezioni comunali e referendum confermativo sul taglio dei parlamentari 

Sono 27 le liste depositate al tribunale e che correranno alle prossime elezioni regionali del 20 e 21 settembre in Campania. A sostegno del presidente uscente di centrosinistra Vincenzo De Luca ci sono 15 formazioni. Si tratta di Partito Democratico, Italia Viva, De Luca Presidente, Psi, Democratici e progressisti, Fare democratico – popolari, Davvero sostenibilità e Diritti Partito animalista, Per le persone e la comunità, Noi campani, Più Campania in Europa, Campania libera, Centro Democratico, Europa verde Campania demos, Libera democratici e moderati, Lega per l’Italia Partito repubblicano.
A sostegno di Stefano Caldoro del centrodestra ci sono 6 liste: Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega, Adc Alleanza popolo e territorio, Identità regionale macroregione sud, Caldoro Presidente – Unione di centro.

Il Movimento 5 stelle sarà presente nelle cinque province a sostegno di Valeria Ciarambino, che corre per la presidenza. In campo anche le liste di Potere al popolo per Giuliano Granato presidente, Terra con il candidato Luca Saltalamacchia, Terzo polo per Sergio Angrisano, Naturalismo con Gabriele Nappi e Partito delle buone maniere per il candidato presidente Giuseppe Cirillo.

 

24 agosto 2020 aggiornamento

Gabriele Nappi ha ritirato lapropria candidatura a presidente della Regione Campania con lalista Naturalismo. La lista è stata presentata solo nella circoscrizione di Napoli e Nappi ha deciso di bloccare la presentazione delle liste su Salerno e Avellino e di ritirare lapropria candidatura a governatore. “L’ho ritirata – spiega sui social network – perchè non si poteva rischiare e correre con tre provincie a presidente dellaRegione Campania (Caserta purtroppo non è riuscita a vidimare lefirme e consegnare al tribunale). Avevamo un programma forte pervalorizzare il famoso naturalismo riproposto e ricostruito”. A seguito della decisone di Nappi scendono a sette i candidati alla guida della Regione Campania.