RIPARTE LA LEGA PRO: GIRONE C CONTESO TRA CINQUE SQUADRE

RIPARTE LA LEGA PRO: GIRONE C CONTESO TRA CINQUE SQUADRE

28 Agosto 2021 0 Di Michelangelo Freda

Anche la Serie C è pronta a tornare in campo dopo l’avvio dei campionati maggiori. Quest’anno potrebbe esser l’ultima edizione del format che ora conosciamo, data la riforma impellente dei campionati con la federazione pronta a discuterne nelle prossime settimane. Ci si augura che sia un edizione non condizionata dal covid come nella passata stagione, con un campionato spezzatino e tante gare recuperate durante la stagione, che hanno influenzato in negativo la stagione di alcune squadre. Per evitare ciò, molti club e giocatori hanno deciso di vaccinarsi con dati che fanno bene sperare. Solo il 9,57% dei calciatori non risultata vaccinato, mentre l’84% dei membri dello staff e dei giocatori si sono vaccinati almeno con due dosi. Ovviamente, continuano le campagne vaccinali all’interno dei gruppi squadra e ci si augura che questa soluzione possa evitare quanto visto l’anno scorso.

Ma oggi, finalmente, riprendono i campionati, con il metodo orizzontale che ha garantito, almeno sulla carta, un livellamento dei tre gironi, evitando disparità come nella passata stagione, con società delle stesse regioni, vedi Perugia e Ternana, separate senza motivo. Oggi, il girone C aprirà le danze con la gara tra Paganese e Messina, con il ritorno dei siciliani nel calcio professionistico. Al tempo stesso si giocheranno le gare tra Monopoli e Catania e ci sarà l’esordio del Monterosi contro il Foggia di Zeman. Domani, oltre all’esordio dell’Avellino contro il Campobasso, si giocheranno Vibonese-Picerno, Catanzaro-Francavilla, Fidelis Andria-Juve Stabia, Palermo-Latina, Taranto-Turris. L’ultimo match si giocherà lunedì sera e vedrà il Bari contrapporsi al Potenza in terra lucana.

Ovviamente ci sono grandi aspettative su questo girone con l’Avellino che vuole conquistare il primo posto ma dovrà lottare contro formazioni attrezzate come Bari, Catanzaro, Palermo e anche lo zoppicante Catania, che ha conservato una buona squadra nonostante le vicissitudini societarie. Occhio anche al Foggia di Zeman, che certamente vorrà dire la sua nel campionato.