RINVENUTO IN OVERDOSE A RIONE MAZZINI. 27ENNE LOTTA TRA LA VITA E LA MORTE

RINVENUTO IN OVERDOSE A RIONE MAZZINI. 27ENNE LOTTA TRA LA VITA E LA MORTE

3 Settembre 2018 0 Di La redazione

E’ stato rinvenuto accasciato nel bagno di un appartamento di Rione Mazzini con ancora la siringa al braccio.Ora lotta tra la vita e la morte al “Moscati” di Avellino.

Provvidenziale l’intervento dei sanitari del 118, allertati dall’allarme lanciato da un amico che hanno rianimato il 27enne, originario della provincia di Salerno, colpito da un arresto cardiocircolatorio.L’improvviso malore provocato molto probabilmente da un’overdose di droga.

Al fianco del giovane è stata infatti rinvenuta una siringa utilizzata. L’intervento dei soccorsi è avvenuto intorno alle ore 3:30 di stamane.Insieme al personale del 118 per effettuare gli accertamenti del caso, sono giunti sul posto anche gli agenti della sezione volanti della Polizia.Trasportato d’urgenza in ambulanza, il 27enne è stato ricoverato presso il reparto di cardioanestesia del “Moscati”.Le condizioni del giovane sono gravi. Al test è risultato positivo all’alcool, oppiacei e cocaina.In più nel sangue sono state rinvenute tracce di un potente psicofarmaco, il benzodiazepine.

Potrebbe essere stato questo mix di alcool e sostanze stupefacenti a fermare il cuore del 27enne.

Il giovane finito in coma lavora come cameriere presso un ristorante di Avellino, residente nel salernitano, in città aveva trovato anche casa insieme ad altri amici.